AUSSA CORNO: SCIOLTI ORGANI CONSORTILI ZIAC

Trieste, 15 nov - Su proposta del vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia e assessore alle Attività produttive Sergio Bolzonello, la Giunta regionale ha disposto lo scioglimento di tutti gli organi consortili ancora operativi del Consorzio per lo sviluppo industriale della Zona Industriale Aussa Corno (ZIAC), compreso il Collegio dei Liquidatori nominato dall'Assemblea straordinaria del 28 luglio scorso.

Contestualmente ha nominato il commercialista udinese Marco Pezzetta commissario liquidatore del Consorzio. Pezzetta si sostituisce quindi agli organi disciolti e provvede alla liquidazione del Consorzio e all'estinzione dei debiti esclusivamente nei limiti delle risorse disponibili alla data della liquidazione ovvero di quelle che si ricavano dalla liquidazione del patrimonio del Consorzio medesimo.

"Le vicissitudini del Consorzio, con diversi bilanci consecutivi in rosso, avevano già portato a luglio - sottolinea Bolzonello - a una inevitabile autoliquidazione, decisa dagli stessi soci. La nomina, oggi, di un commissario liquidatore è un ulteriore segnale dell'impegno dell'Amministrazione regionale in quest'area, che consideriamo importantissimo punto di riferimento industriale non solo della Bassa Friulana ma dell'intero Friuli Venezia Giulia, opportunità per il rilancio del manifatturiero e della portualità della nostra regione".

"La Regione - aggiunge - intende continuare a portare avanti i progetti avviati, come quello per il dragaggio del fiume Corno, indispensabile per la funzionalità del Porto, o in corso di attuazione, come il Patto territoriale della Bassa Friulana, fermo da oltre 15 anni, che prevedono la realizzazione di opere infrastrutturali quali raccordi ferroviari, bonifiche, interventi di viabilità".

"Siamo convinti che sussistano tutti i presupposti per un autentico rilancio industriale della ZIAC, anche attraverso Rilancimpresa FVG, che tra l'altro prevede il riordino del sistema dei Consorzi industriali", conclude il vicepresidente della Regione, ribadendo che "la liquidazione del Consorzio non va quindi assolutamente confusa con i contenuti e l'impegno che stiamo mettendo per rilanciare il sistema industriale della Bassa Friulana".

Socio dello Studio associato Molaro-Pezzetta-Romanelli-Del Fabbro di Udine, Pezzetta è stato presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Udine e presidente della Conferenza permanente fra Ordini di Veneto, Trentino-Alto Adige e Friuli Venezia Giulia.

È professionista esperto in operazioni di restructuring (ristrutturazioni d'impresa), ha assistito e assiste diverse banche e operatori finanziari istituzionali in consulenze tecniche di parte in sede civile e penale, ha ricoperto e ricopre cariche in aziende ed enti operanti in diversi settori. È anche professore a contratto di Corporate Finance e Management Control nel corso di laurea in ingegneria gestionale Università degli Studi di Udine ed è stato sindaco effettivo e consigliere di amministrazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Udine e Pordenone. È autore di diverse pubblicazioni.

ARC/PPD



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento