Giovedì, 21 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

AUT. LOCALI: PANONTIN, BILANCIO DIGITALE STRUMENTO DA DIFFONDERE

Pordenone, 3 nov - "Un'esperienza da diffondere a livello regionale e da esportare a livello nazionale, un importante traguardo per il Friuli Venezia Giulia che può annoverare, fra le amministrazioni comunali, il primo Comune d'Italia che si incammina verso la piena trasparenza dei dati di bilancio e verso la digitalizzazione dello stesso e che, dunque, rappresenta un segno distintivo e significativo per il nostro territorio".

Lo ha affermato l'assessore regionale alle Autonomie locali Paolo Panontin intervenendo alla presentazione del Bilancio digitale del Comune di Budoia. Si tratta di una nuova opportunità di comunicazione che permette di informare i cittadini sui dati più importanti del Comune.

Panontin ha precisato, inoltre, l'intenzione di farsi carico, nel ruolo di presidente della Commissione speciale Agenda Digitale - organismo che ha compiti di elaborazione di posizioni politico istituzionali per mettere a fattore comune tutte le esperienze realizzate sul tema della digitalizzazione nell'ambito delle Regioni -, "di veicolare ed estendere questa buona pratica a quel Tavolo e in ambito nazionale perché rappresenta un elemento di vanto non solo per il Comune di Budoia ma per tutti noi".

A illustrare il Bilancio sono intervenuti anche Roberto De Marchi ed Elena Zambon, rispettivamente sindaco e assessore al Bilancio del Comune di Budoia, Nicola Zille presidente del Polo Tecnologico di Pordenone e Paolo Santin amministratore delegato della Bilancio Digitale S.r.l.

Durante la presentazione è emerso come l'Amministrazione comunale di Budoia abbia ritenuto importante condividere le scelte amministrative sotto la luce della trasparenza e della condivisione; lo strumento principale attraverso il quale si definiscono le azioni politiche è costituito dal Bilancio comunale, i cui contenuti fino a oggi sono stati di difficile comprensione per i non addetti ai lavori, ciò il più delle volte comporta una disaffezione e una distanza dalla politica.

"Negli anni l'azione della nostra Amministrazione è sempre stata finalizzata a rendere chiari e comprensibili i contenuti del Bilancio comunale - ha precisato il sindaco - e a questo scopo la sinergia con la Società Bilancio Digitale, un'importante realtà presente al Polo Tecnologico di Pordenone, ci ha permesso di essere il primo comune italiano a presentare il Bilancio digitale, strumento che riteniamo fondamentale nel comunicare con chiarezza le nostre scelte alla popolazione, senza lasciare dubbi interpretativi e far crescere così la consapevolezza di cosa significhi occuparsi della cosa pubblica".

Bilancio Digitale è un servizio di comunicazione dedicato a raccontare, sia on line sia off line, e rendere comprensibili a tutti, i dati più importanti di un bilancio, come ha spiegato Santin e permette di pubblicare e generare una rappresentazione grafica, numerica e testuale dei dati di bilancio senza alcun ausilio da parte di personale esterno all'ente. Il servizio serve a rendere tangibile il valore della trasparenza, comprensibile ai cittadini il bilancio e a ottimizzare i processi interni comunicando meglio spendendo meno.

ARC/LP



In Evidenza

Potrebbe interessarti

AUT. LOCALI: PANONTIN, BILANCIO DIGITALE STRUMENTO DA DIFFONDERE

TriestePrima è in caricamento