AUT. LOCALI: PANONTIN, DA "FONDO VOLANO" 30 MILIONI SBLOCCA-OPERE

Trieste, 23 ott - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia ha approvato, in via preliminare, il Programma triennale 2015-2017 di Conversione degli incentivi pluriennali già concessi in quote annuali costanti agli Enti locali, per le quote ancora non erogate, destinati alla realizzazione di opere pubbliche e investimenti in contributi in conto capitale.

Il provvedimento, cosiddetto Fondo Volano, proposto dall'assessore regionale alle Autonomie locali Paolo Panontin, discende dalla legge regionale 18 del 2015 (Disciplina della Finanza locale) e stanzia 30 milioni di euro per il 2015.

L'assegnazione, che mira a favorire lo sblocco del maggior numero di investimenti possibile, privilegia, all'interno di ogni fase di avanzamento dei lavori, gli interventi di valore minore e con priorità al completamento di opere e ai lotti successivi ai primi. Ciò significa che, partendo dalla mappatura delle opere pubbliche, viene data priorità a quei lavori che siano in una fase più avanzata, partendo dalle opere meno costose.

Lo stanziamento di 30 milioni consente di dare risposte a 63 interventi, 56 dei quali nella fase di progettazione definitiva e sette in fase di progettazione preliminare, e sarà in grado di mobilitare un imponibile complessivo - considerando il cofinanziamento da parte degli Enti locali - pari a 57 milioni di euro.

Le risorse 2015 del Fondo Volano sono di spendibilità immediata, a seconda dello stato di avanzamento dei lavori, fino alla realizzazione delle opere. Naturalmente il numero effettivo degli interventi, ora stimato in 63, dipenderà dalle adesioni al programma da parte degli Enti locali stessi.

"Si tratta di una grande boccata d'ossigeno per gli Enti locali e per l'Edilizia in particolare - ha commentato l'assessore Panontin - perché lo sblocco dei lavori consentirà di far partire numerose opere pubbliche". Panontin ha anche reso noto che oggi stesso, "esaminando un disegno di legge che andrà in Aula prossimamente, si è previsto, con un emendamento, di integrare ulteriormente il Fondo di altri 25 milioni".

Con questo stanziamento addizionale la leva del Fondo Volano diventerà ancora più importante "perché verrà quasi raddoppiata di fatto e permetterà di intervenire in quelle opere beneficiarie di finanziamenti pluriennali della Regione che per effetto del Patto di stabilità non vedevano l'avvio".

"Con questa mossa - ha concluso Panontin - riusciamo, di fatto, ad anticipare i finanziamenti subito e a consentire l'avvio delle opere".

La delibera sul Fondo Volano approvata oggi della Giunta regionale sarà sottoposta al parere del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL), al quale è stata richiesta la procedura d'urgenza.

ARC/PPH



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Ristori: Bini, domani al via le liquidazioni a oltre 6mila richiedenti

  • Salute: Riccardi, primo confronto su Rar con sindacati medici

  • Ddl 130: Riccardi, riqualificare ex Weissenfels per garantire lavoro

  • Rifiuti: Scoccimarro, riparto da oltre 1 mln per Comuni con discariche

Torna su
TriestePrima è in caricamento