AUT. LOCALI: PANONTIN, RISPETTARE VOLONTA' DI RIFORMA DI TANTI COMUNI

Pordenone, 27 ott - "La gran parte delle Amministrazioni comunali che attende l'attuazione di un percorso va rispettata e vanno corrisposte le attese di un processo di riforma sancito per legge, con le Unioni Territoriali Intercomunali (UTI), a cui tutti i Comuni, occorre ricordarlo, hanno aderito".

Così si è espresso l'assessore alle Autonomie locali e al Coordinamento delle Riforme del Friuli Venezia Giulia Paolo Panontin in una conferenza tenuta oggi nell'Aula consiliare della Provincia di Pordenone sull'impianto complessivo delle riforme istituzionali e in particolare sulla legge di Riordino del sistema Regione-Autonomie locali.

Pur manifestando rispetto per le posizioni contrarie alla Riforma, l'assessore ha detto no alle tattiche dilatorie "di guerriglia giurisdizionale" e ha ricordato che l'Amministrazione regionale sta facendo ogni passo per accelerare la decisione del Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) sui ricorsi pendenti da parte dei Comuni che si oppongono all'iter che prevede l'entrata in vigore delle UTI il 1° gennaio 2016.

"Mi auguro che una decisione del TAR ed eventualmente del Consiglio di Stato spenga l'incendio", ha aggiunto Panontin, in modo che si possa procedere, "se avremo ragione, come crediamo, convinti e accompagnati in questo da pareri importanti, che l'impianto della Riforma non collide con la Costituzione".

Nel corso della conferenza l'assessore ha illustrato alla platea tutti i passaggi di un processo di riassetto che lega alla legge di Riordino del sistema Regione-Autonomie locali l'abolizione delle Province per creare un sistema a due pilastri Regione-Comuni, la Riforma del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) e della Finanza locale e la Riforma che completerà il mosaico, quella del Comparto unico, che riguarda 14.000 persone.

A tale proposito Panontin ha annunciato che domani sarà a Roma per incontri con i Ministeri dell'Economia e delle Finanze (MEF) e per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione "per trovare un allineamento sul testo, poiché siamo attenti a evitare impugnative e per questo cerchiamo accordi preventivi".

Alla conferenza odierna, promossa dall'Associazione culturale per lo studio del diritto e introdotta dal presidente Glauco Riem, è seguito un lungo e partecipato dibattito.

ARC/PPH



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Salute: Riccardi, primo confronto su Rar con sindacati medici

  • Corpo forestale: Zannier, confermati funzioni e compiti

  • Ristori: Bini, domani al via le liquidazioni a oltre 6mila richiedenti

  • Covid: Riccardi, macchina vaccinale Fvg modulata a flussi consegne

  • Ristori: Bini, da Commissione ok a fondi per frasche, osmizze, private

  • Friulano: Roberti, 27 audiovisivi per bambini strumento grande utilità

Torna su
TriestePrima è in caricamento