Autonomia: Fedriga, Fvg chiederà a Roma più competenze



Roma, 26 set - Il Friuli Venezia Giulia chiederà maggiori quote di autonomia e sostiene al contempo il diritto delle altre Regioni di veder valorizzate le proprie capacità, colmando così, attraverso l'avvicinamento della gestione delle risorse e delle prestazioni al territorio, il deficit tra istituzioni e cittadini.

Lo ha sottolineato il governatore del Friuli Venezia Giulia Massimiliano Fedriga, intervenendo stamane a Roma alla Conferenza delle Regioni in occasione dell'audizione del ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia.

Un confronto, quello tra lo Stato e le Amministrazioni locali, che, nelle parole del governatore, "deve essere al rialzo, partendo dall'assunto che la devoluzione di competenze non produce incrementi di spesa ma risparmi, come peraltro testimoniato dall'esempio dello stesso Friuli Venezia Giulia sul fronte della sanità pubblica".

Il governatore si è infine rivolto al ministro Boccia per sollecitarlo a "mantenere vive le relazioni tra lo Stato e le Regioni", fiducioso che la stagione di dialogo avviata dal precedente governo possa confermarsi attraverso importanti riforme in senso federalista. ARC/DFD/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Covid: Riccardi/Roberti, bene adesione vaccinazioni forze dell'ordine

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

  • Cultura: Gibelli, con Legno Vivo nuovi percorsi formazione artigiani

Torna su
TriestePrima è in caricamento