rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Autonomie locali:grazie a dialogo, giovani più preparati e consapevoli



Trieste, 23 mag - È particolarmente importante poter spiegare ai giovanissimi, con parole semplici, il funzionamento della Regione, le prerogative del suo presidente, il ruolo della Giunta e del Consiglio regionale, le tante attività degli assessori e persino i meccanismi elettorali. Attraverso il dialogo diretto è possibile dare un contributo alla formazione di cittadini sempre più preparati e consapevoli. Per la Regione resta fondamentale investire sulla cittadinanza attiva coinvolgendo soprattutto le giovani generazioni.

Questo, in sintesi, il commento dell'assessore alle Autonomie locali che questa mattina ha incontrato a Trieste una quarantina di studenti della Casa dei Bambini Montessori "S. Giusto", rispondendo per un'ora alle tante domande formulate dai ragazzi.

L'assessore si è soffermato in particolare sulle proprie deleghe spiegando le modalità con cui la Regione sostiene i Comuni e si occupa di funzione pubblica, sicurezza, immigrazione e lingue minoritarie. Nel corso dell'incontro si è parlato anche dell'autonomia del Friuli Venezia Giulia e della tutela delle lingue minoritarie.

Un passaggio è stato dedicato al significato e all'importanza del voto a pochi giorni dalle elezioni europee e dalle amministrative che coinvolgeranno ben 114 Comuni del Friuli Venezia Giulia.

L'esponente della Giunta ha spiegato inoltre che le competenze della Regione e le decisioni prese dai suoi organi finiscono per influire sulla vita quotidiana dei cittadini, anche di quelli più piccoli. Un esempio concreto è certamente l'istruzione, che in questo momento è ancora in capo allo Stato. Sta andando avanti infatti il percorso di regionalizzazione del sistema scolastico per riconoscere al Friuli Venezia Giulia una maggiore autonomia in materia di istruzione e garantire servizi migliori proprio agli studenti.

Terminato l'incontro con l'assessore alle Autonomie locali, i ragazzi della Casa dei Bambini Montessori hanno visitato il Palazzo della Regione - sede dal 1991 della Presidenza della Giunta -, scoprendo la sua storia e le opere d'arte che rendono questo edificio uno dei più interessanti di Trieste. ARC/TOF/al



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomie locali:grazie a dialogo, giovani più preparati e consapevoli

TriestePrima è in caricamento