Notizie dalla giunta

Autonomie locali: Panontin, a Cal 140 mln 2018-2020 per investimenti

Udine, 14 novembre - "La manovra di bilancio garantisce al sistema delle autonomie locali risorse certe, stabili e in aumento nel triennio, e termino il mio mandato garantendo certezza ai bilanci dei Comuni: l'aumento dei trasferimenti a favore del sistema delle autonomie, alcuni derivanti dalle azioni di riordino istituzionale e dalla soppressione delle Province, ha infatti permesso di incrementare le risorse per gli enti civici".

Lo ha evidenziato al Cal l'assessore regionale alle Autonomie locali e al coordinamento delle riforme, Paolo Panontin, nell'illustrare la manovra finanziaria per il 2018 e per il triennio 2018-2020, per quanto attiene al sistema delle autonomie locali.

"In questo modo - ha proseguito - continuiamo a dare gambe all'azione riformatrice e alle unioni dei Comuni; unioni, che debbono essere viste come opportunità da parte degli enti civici che si federano assieme per lo svolgimento di alcune funzioni, per espletarle al meglio, e con economie di scala, a tutto vantaggio dei cittadini".

"In questa fase - ha precisato Panontin - possiamo assegnare risorse aggiuntive affinché si possano strutturare meglio; sta ora ai sindaci fare in modo che questa riforma sia efficace e produca gli effetti attesi, così come già avviene in altre realtà territoriali del nostro Paese. Non ho dubbi sul fattto che i nostri amministratori locali sapranno fare come, e anche meglio, dei loro colleghi nel resto d'Italia ".

"La manovra - ha poi spiegato l'assessore - garantisce rilevantissime risorse, non solo di parte corrente, ma anche di investimento: questo, affinché le intese per lo sviluppo, oltre ai primi 13,5 milioni che servirono negli intendimenti nostri e del sistema delle autonomie a dare sostegno alla parte progettuale, trovino concretezza e possano essere realizzate attraverso le nuove disponibilità di bilancio".

"Nel 2018 - ha precisato Panontin - oltre ai risparmi derivanti dall'abolizione delle Province, assicuriamo infatti 20 milioni di euro aggiuntivi, ai quali andranno sommati altri 40 milioni di euro, sia nel 2019 che nel 2020; risorse, che sommate ai 27 milioni di euro già erogati, e ai 13 milioni di euro per la fase progettuale, compongono una leva finanziaria per gli investimenti, come ci viene richiesto dalle parti sociali, di 140 milioni di euro al sistema delle autonomie per il prossimo triennio".

La manovra finanziaria per il 2018, prevede per il sistema delle autonomie locali 435 milioni di euro: 295 milioni andranno ai Comuni, 105 milioni alle Uti, 8 milioni sia ai Comuni che alle Uti per gli investimenti.

Nel triennio, la manovra prevede l'assegnazione complessiva al sistema delle autonomie di 1 miliardo e 361 milioni di euro (1 miliardo e 235 milioni derivanti dai fondi ordinari), ripartita per circa 910 milioni di euro tra i Comuni, e per 324 milioni di euro tra le Uti.

Il Cal ha poi espresso parere unanimemente favorevole anche a un provvedimento della Giunta regionale che mette a disposizione spazi inerenti le assunzioni di personale, ceduti dall'Amministrazione Regionale al sistema delle autonomie locali.

"Affinché - ha specificato Panontin - i Comuni che ne hanno necessità si possano dotare delle figure professionali necessarie per il regolare espletamento delle funzioni e l'erogazione dei servizi ai cittadini".

Il Cal ha quindi espresso suggerimenti e osservazioni sulla proposta di legge inerente disposizioni in materia di requisiti igienico-sanitari, e di sicurezza, delle piscine a uso natatorio.

Che sono state recepite dal relatore dell'articolato, Barbara Zilli.

E' invece stata rinviata a una prossima seduta la nomina dei coordinatori della II, III e IV Commissione del Consiglio delle autonomie locali. ARC/CM



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomie locali: Panontin, a Cal 140 mln 2018-2020 per investimenti

TriestePrima è in caricamento