AUTONOMIE LOCALI: PANONTIN, SUPERATA LOGICA TRASFERIMENTI STORICI

Trieste, 7 nov 2015 - "Con la legge di stabilità 2016, approvata ieri in via preliminare dalla Giunta del Friuli Venezia Giulia, nel voler dare certezza di risorse finanziarie agli Enti locali, abbiamo voluto anche imprimere un'inversione di tendenza rispetto allo logica dei trasferimenti su base storica. E sempre ieri, il via libera al fondo perequativo 2015 dopo l'intesa raggiunta all'unanimità al Consiglio delle Autonomie Locali (CAL), ha costituito un primo, importante segnale in questa direzione".

Lo ha evidenziato l'assessore regionale Paolo Panontin, ricordando che nella manovra finanziaria, in cui sono recepite le previsioni della Riforma della finanza locale, saranno a partire dal 2016 e per i prossimi tre anni 433 milioni di euro le risorse destinate dal bilancio regionale alle autonomie locali, 38 milioni di euro l'anno in più rispetto al 2015.

"Con la legge di stabilità - ha precisato Panontin - abbiamo dato attuazione a quanto previsto con la Riforma della finanza locale, condivisa dal CAL e approvata in luglio dal Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia: pertanto abbiamo deciso di riservare agli Enti locali una quota pari al 15 per cento dei trasferimenti ordinari secondo un criterio perequativo da definire su basi diverse da quelle storiche. La percentuale è destinata a passare al 30 per cento nel 2017 e al 45 per cento nel 2018 e così a seguire con le prossime leggi di stabilità fino a superare definitivamente il criterio dei trasferimenti storici. La definizione dei nuovi criteri terrà conto dei costi e dei fabbisogni standard e della capacità tributaria degli stessi Enti locali, oltre che della popolazione, del territorio e di altri fattori socio-economici. Il tutto dovrà naturalmente essere concertato al Tavolo tecnico della Finanza locale e con il Consiglio delle Autonomie Locali".

ARC/Com/PPD



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Scuola: Rosolen, con zona arancione in aula le medie e 50% superiori

  • Vaccini: Riccardi, in due ore quasi 10mila prenotazioni tra 60-69 anni

  • Vaccinazioni: Riccardi, superate le 22mila adesioni nella fascia 60-69

  • Vaccini: Riccardi, 13/4 agende aperte per inoculazioni palestra Sacile

  • Semplificazione: Callari, ddl snellirà procedimento amministrativo

Torna su
TriestePrima è in caricamento