AUTONOMIE LOCALI: PANONTIN, UTI AGRO-AQUILEIESE MODELLO PER FVG

Udine, 4 ottobre - "Nel territorio Agro-Aquileiese, l'avvio del processo di Riforma è concreto, il tasso di adesione è molto alto tenuto anche conto della lunga tradizione di alcuni Comuni di quell'area nel lavorare insieme in forma associativa. Si è dunque ben avviati per una stabile strutturazione dell'esperienza associativa nella configurazione dell'Unione Territoriale Intercomunale (UTI)".

Lo ha affermato l'assessore regionale alle Autonomie locali del Friuli Venezia Giulia Paolo Panontin in occasione del secondo incontro pubblico, organizzato dal Comune di Aiello del Friuli nella Sala civica del Municipio su UTI, Unione Territoriale Intercomunale. La nuova struttura operativa al servizio dei comuni: problemi, prospettive, opportunità.

"Territori come questo - ha aggiunto Panontin - rappresentano dei modelli di riferimento e ritengo vadano premiati. La nostra attenzione deve certamente essere rivolta a tutti i territori ma credo si debba avere una considerazione maggiore verso chi si impegna per attuare il processo di Riforma e coglie completamente la sua filosofia che, non dimentichiamo, è volta a migliorare i servizi alla cittadinanza. Saremo quindi vicini in termini di collaborazione e di sostegno economico".

Sono intervenuti alla serata, moderata dal primo cittadino di Aiello del Friuli Andrea Bellavite, il sindaco di Cervignano del Friuli e presidente dell'UTI Agro-Aquileiese Gianluigi Savino, e il sindaco di Palmanova Francesco Martines.

ARC/LP/fc

 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Riaperture: Fedriga, da Regioni ok a linee guida

  • Pnrr: Rosolen, così cambiano scuola, formazione e lavoro post Covid

  • Finanze: Zilli, investimento Friulia in Bic è strategico e crea volano

  • Friulano: Roberti, pressing su Governo per più friulano in Rai

  • Lavoro: Rosolen, domicilio fiscale per modulare incentivi assunzioni

Torna su
TriestePrima è in caricamento