Domenica, 16 Maggio 2021
Notizie dalla giunta

Autonomie locali: Roberti illustra al Cal il ddl multisettoriale

Udine, 17 mar - L'assessore regionale alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti ha illustrato al Consiglio delle Autonomie locali (Cal) i contenuti del disegno di legge regionale multisettoriale 2021 con particolare attenzione agli aspetti che toccano più da vicino i Comuni.

"Alcune norme non sono di competenza del Consiglio delle Autonomie locali, ma ho ritenuto opportuno, come sempre fatto per le leggi omnibus, illustrare il disegno di legge per intero a beneficio degli amministratori che saranno invece chiamati ad esprimersi solo su alcune specificità", ha sottolineato Roberti.

Preliminarmente alla discussione, il presidente del Cal Antonio Di Bisceglie ha comunicato di aver già provveduto a convocare la Commissione IV dell'organismo consultivo che si riunirà venerdì per approfondire aspetti della norma che riguardano in particolare la materia urbanistica. Il Cal ha quindi rinviato alla prossima settimana l'espressione dell'intesa sul disegno di legge.

Roberti ha quindi illustrato i 126 articoli che compongono il disegno di legge e che toccano le materie più diverse (Disposizioni in materia di finanze, risorse agroalimentari e forestali, biodiversità, funghi, gestione venatoria, pesca sportiva, attività produttive, turismo, autonomie locali, sicurezza, corregionali all'estero, funzione pubblica, lavoro, formazione, istruzione, famiglia, patrimonio, demanio, sistemi informativi, infrastrutture, territorio, viabilità, ambiente, energia, sport, protezione civile).

Tra i punti di interesse per i sindaci, la previsione della finestra elettorale per le amministrative 2021, fissata dal 12 settembre al 14 novembre; la stessa norma prevede inoltre ulteriori deroghe al numero di firme per la raccolta delle sottoscrizioni per presentare le candidature, rendendole non necessarie per i Comuni sotto i tremila abitanti e riducendole per tutti gli altri Comuni compresi i Comuni capoluogo; si fissano inoltre le operazioni di voto in due giornate (domenica dalle 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15).

Sono state illustrate in dettaglio anche le norme tecniche relative alle varianti e agli strumenti urbanistici e al loro adeguamento al Piano paesaggistico regionale. Seguono una serie di proposte con cui la Regione intende rendere più semplice l'accesso da parte dei proprietari degli immobili alle misure fiscali (quali l'Ecobonus) laddove vi siano ostacoli al rilascio della attestazione di conformità urbanistica. Alcune norme riguardano invece la disciplina della ristrutturazione edilizia e sono volte ad alleggerire le istruttorie a carico dei Comuni. Il pacchetto di norme mira anche a diminuire i costi delle sanatorie per abusi molto lontani nel tempo che rendono difficile interventi di recupero del patrimonio edilizio. Nell'ambito della discussione vanno segnalate le posizioni contrarie alla riduzione del numero di sottoscrizioni delle candidature da parte dei sindaci di Palmanova e Grado, mentre si è espresso favorevolmente alla norma il Comune di Trieste. Sul punto Roberti ha ribadito la ratio della norma, che è quella di prevenire difficoltà di raccolta delle firme in caso di una recrudescenza della pandemia in autunno. "Ricordo che lo Stato può intervenire per decreto, mentre la Regione deve agire per norma e non ci sarebbe pertanto il tempo tecnico di attendere la fine dell'estate per rinviare la decisione. Peraltro, lo Stato stesso ha invitato ad essere prudenti e a ridurre le raccolte firme per limitare i rischi di contagio", ha concluso l'assessore. ARC/SSA/pph



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomie locali: Roberti illustra al Cal il ddl multisettoriale

TriestePrima è in caricamento