rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Notizie dalla giunta

Autonomie locali: Roberti, nuove priorità strategiche aree montane



Trieste, 11 dic - "Con questo atto aggiungiamo nuove priorità strategiche per gli interventi dei Comuni riferiti allo sviluppo territorio montano, inoltre andiamo a prevedere ulteriori minime integrazioni tecniche per consentire agli Enti locali la presentazione di una proposta più completa".

Così l'assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, a margine dell'approvazione in via preliminare da parte della Giunta, su proposta dello stesso Roberti, delle modifiche alla deliberazione del 5 febbraio del 2021 relativamente alla Concertazione tra la Regione e gli Enti locali.

Più dettagliatamente, a seguito della generalità di Giunta dello scorso 19 novembre gli assessori hanno presentato alcune variazioni alle precedenti priorità strategiche inerenti allo sviluppo delle zone montane. Tra queste, che poi sono state inserite nell'attuale delibera: lo sviluppo sostenibile delle aree montane, con particolare riferimento alla realizzazione di viabilità agro-silvo-pastorale e altre infrastrutture per attività silvo-pastorali; la realizzazione in ambito montano di strutture e spazi attrezzati per la gestione di servizi condivisi o attività comuni, anche da mettere a disposizione di operatori e soggetti terzi, in particolare per attività promozionali (co-working).

Come ha ricordato Roberti, la norma regionale demanda a una deliberazione della Giunta regionale - previo parere del Consiglio delle autonomie locali - la disciplina delle procedure della concertazione, delle tipologie di quote del fondo della concertazione, delle tipologie di interventi finanziabili con tali quote, delle modalità di presentazione delle proposte di investimento da parte degli enti locali, nonché di ogni altra previsione funzionale al riparto e alla gestione delle risorse della concertazione. ARC/GG



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomie locali: Roberti, nuove priorità strategiche aree montane

TriestePrima è in caricamento