Notizie dalla giunta

Autonomie locali: Roberti, ok ristori a Comuni per minor gettito Ilia

La Giunta ha approvato il provvedimento a favore delle attività economiche

Trieste, 2 set - "Questo provvedimento è un segnale concreto di attenzione nei riguardi dei Comuni e delle attività economiche del Friuli Venezia Giulia: abbiamo infatti stanziato un fondo da 12 milioni di euro per compensare le amministrazioni municipali al 100 per cento della riduzione del gettito a seguito dell'abbassamento dell'aliquota dell'Imposta locale immobiliare autonoma".

Lo ha detto l'assessore regionale alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti a margine dell'approvazione in via definitiva da parte della Giunta regionale - su proposta dello stesso Roberti - della delibera che determina i criteri e le modalità per la concessione del ristoro del minor gettito a seguito delle modalità di introduzione dell'Imposta locale immobiliare autonoma (Ilia) in sostituzione dell'Imu, nell'ambito del trasferimento di competenze dallo Stato alla Regione.

Come ha spiegato l'esponente della Giunta regionale, la scelta dell'Amministrazione è stata quella di ridurre (dal 10,6 per mille al 9,6) l'aliquota massima per i fabbricati strumentali all'attività di imprese e artigiani a prescindere dagli indici catastali. "La conseguente diminuzione del gettito - ha aggiunto l'assessore - non viene fatta ricadere sui Comuni poiché c'è l'intervento economico della Regione con il fondo da 12 milioni".

C'è poi per gli enti locali la facoltà di diminuire di un ulteriore punto l'aliquota (fino all'8,6). "In questo caso - ha detto Roberti - riusciamo a erogare ai Comuni il 70 per cento del mancato gettito".

Nel dettaglio, l'accesso al fondo è riservato ai Comuni che nell'anno 2022 hanno applicato aliquote Imu superiori allo 0,86 per cento ai fabbricati strumentali all'attività economica. Gli enti devono presentare domanda di accesso al fondo alla Regione entro il termine del 30 settembre di quest'anno.

Infine, relativamente alla quantificazione del minor gettito, il calcolo è il seguente: il ristoro è del 100 per cento per i Comuni che applicano un'aliquota Ilia pari allo 0,96 per cento e che applicavano nell'anno 2022 un'aliquota Imu superiore allo 0,96 per cento; il ristoro è del 70 per cento per i Comuni che operano una riduzione dell'aliquota Ilia fino allo 0,86 per cento rispetto alle aliquote Imu applicate nel 2022 di valore pari o inferiore allo 0,96 per cento. ARC/GG



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autonomie locali: Roberti, ok ristori a Comuni per minor gettito Ilia
TriestePrima è in caricamento