Autonomie locali: Serracchiani, l'UTI Medio Friuli ha già solide basi

Udine, 28 febbraio - Una ricognizione generale sui temi che riguardano l'Unione Territoriale Intercomunale (UTI) Medio Friuli è stata al centro dell'incontro che la presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani ha avuto oggi a Udine nella sede della Regione con gli amministratori dell'Unione che include i Comuni di Basiliano (capofila), Bertiolo, Mereto di Tomba, Sedegliano e Varmo. Erano presenti i primi cittadini di Basiliano, Marco Del Negro, di Mereto di Tomba, Massimo Moretuzzo, di Sedegliano, Ivan Donati, di Varmo, Sergio Michelin, e il vicesindaco di Bertiolo, Emanuele Morelli.

I rappresentanti delle Amministrazioni dell'UTI hanno evidenziato come il distretto dell'economia solidale possa costituire lo spazio ideale per lo sviluppo di un progetto territoriale che ha già ottime basi nella vocazione dell'area e che fa leva su iniziative già avviate, tra le quali un progetto Interreg Italia-Slovenia già presentato. Tale prospettiva è stata incoraggiata dalla presidente Serracchiani, che ha invitato l'UTI "a perfezionare quanto prima un piano di sviluppo imperniato sull'economia solidale e su alcune priorità strategiche, in modo che la Regione possa concorrere tempestivamente a politiche di raccordo e al sostegno del piano nell'ambito dell'assegnazione delle risorse in assestamento di Bilancio".

La presidente della Regione ha anche fornito rassicurazioni ai sindaci sul supporto a quella che è stata definita dal primo cittadino di Basiliano Marco Del Negro "la fase di rodaggio" dell'UTI mediofriulana. Ciò riguarda sia il fabbisogno di personale necessario ad assicurare la buona funzionalità dell'Unione, in particolare per i servizi legati alla Ragioneria e alle Attività produttive, sia il reperimento di risorse utili a garantire spazi di lavoro accessorio. Nel corso del confronto si è convenuto sulla criticità, dovuta a un complesso quadro nazionale, nel reperimento di segretari comunali, problema che si riscontra in molte aree della regione e del Paese.

Serracchiani è stata anche informata sull'iter di fusione di Mereto di Tomba, Sedegliano e Flaibano, Comuni che, come ha ricordato il sindaco di Mereto di Tomba Massimo Moretuzzo, stanno già lavorando in convenzione e puntano alla consultazione dei cittadini nel mese di giugno. A tale proposito la presidente della Regione ha sostenuto l'utilità che le fusioni siano sostenute da un approfondito lavoro di preparazione anche culturale e da una convinzione di fondo delle popolazioni coinvolte.

ARC/PPH/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Cultura: Gibelli, Teatro Verdi di Pn riprende con spettacoli dal vivo

  • 5 maggio '45: Roberti, caduti di via Imbriani martiri orrore titino

  • Giro d'Italia: Fedriga, evento che contribuisce a ripartenza Fvg

  • Vaccini: Riccardi, ipotizzabile apertura a nuove fasce popolazione

  • Covid: Riccardi, ok da Figliuolo a vaccino a personale italiano Aviano

  • Cultura: Gibelli, mostra Manara a Paff di Pn segnale per ripartenza

Torna su
TriestePrima è in caricamento