Autostrade: Zilli/Pizzimenti, procedura per Ve-Ts in fase avanzata

Udine, 14 nov - "La procedura concessoria della Venezia-Trieste è in avanzata fase: sarà il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) a determinarne i tempi finali".

Lo rende noto l'assessore alle Finanze, Barbara Zilli, ricordando che la procedura è gestita dal Mit e che "le Regioni FVG e Veneto continuano, come sempre fatto, a premere per il veloce e favorevole esito del passaggio della concessione su Autostrade Alto Adriatico, newco in house delle due Regioni, ma non sono certamente le Regioni - ribadisce Zilli - a gestire la procedura".

Per l'assessore "i passi avanti nel corso degli ultimi due anni sono stati notevolissimi".

"Posto che la normativa statale prefigura in maniera univoca la via della concessione alla in house pubblica, il Cipe ha già approvato lo schema di accordo di cooperazione che comprende anche la nuova concessione autostradale e anche la Corte dei conti ha approvato l'atto. Ora - ricorda l'assessore - va definito il valore di subentro da corrispondere a Autovie Venete, elemento che dovrebbe essere ormai prossimo".

"Alto Adriatico a questo punto - prosegue Zilli - dovrà aggiornare il Piano economico finanziario della concessione trentennale e gli altri documenti programmatici che sono necessari, anche al fine di ottenere le linee di credito da parte dei soggetti finanziatori. In questo contesto in ogni caso dovrà tenersi in assoluta considerazione l'effetto che la pandemia produce sul piano economico finanziario, aspetto che andrà molto ponderato".

Da parte sua l'assessore regionale alle Infrastrutture, Graziano Pizzimenti, ribadisce che la Regione FVG ha mantenuto la stessa strategia, ovvero quella di ottenere la concessione dell'autostrada in house.

"La tempistica prevista - spiega Pizzimenti - è risultata più lunga non solo in ordine alla presentazione dei documenti al Mit e all'Autorità di regolazione dei trasporti (Art), ma anche all'intera complessità burocratica dell'iter. Ciò non dipende solo dalla Regione. Anche a seguito dell'incontro con gli omologhi assessori del Veneto, possiamo confermare che non c'è nessuna fuga in avanti del Veneto e nessun arretramento da parte del Friuli Venezia Giulia. La nostra regione ha sempre in capo l'avanzamento del procedimento" ARC/EP/gg



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Solidarietà: Roberti, 'S. Nicolò si mette in moto' dona tanti sorrisi

  • Covid: Riccardi, bene risposta popolazione a test aree alto contagio

  • Covid: Riccardi, a Tolmezzo valutate possibili indagini più puntuali

  • Enti locali: Roberti, Comunità collinare Friuli esempio per tutto Fvg

Torna su
TriestePrima è in caricamento