rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Banche: Bini, Cassa Rurale Fvg si conferma riferimento per territorio

Gorizia, 26 mag - "Gli istituti di credito cooperativo sono un tassello fondamentale della vita economica della Regione, poiché rappresentano la banca di comunità con forte radicamento nel territorio. I dati di Cassa Rurale Fvg sono la dimostrazione concreta di questa vicinanza a imprese e famiglie". Così l'assessore regionale alle Attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini ha commentato i risultati di gestione di Cassa Rurale Fvg come emersi dai dati di bilancio 2022 illustrati oggi a Gorizia dal presidente dell'istituto Tiziano Portelli ai soci riuniti in assemblea ordinaria. "Il Friuli Venezia Giulia sta affrontando la fase di ripresa post pandemica con un ruolo da protagonista, essendo tornata ai vertici nazionale per Pil e occipazione", ha esordito Bini. L'assessore ha poi sottolineato "la fattiva collaborazione tra Regione e mondo del credito cooperativo per sostenere le imprese negli investimenti e per aiutarle a superare pandemia e caro energia. Nel corso del 2022 su proposta delle banche di credito cooperativo, nel loro complesso, sono stati deliberati dal Frie prestiti agevolati per un importo totale di circa 60 milioni di euro, in crescita del 20% rispetto all'anno precedente. Di questi, i prestiti riferiti a Cassa rurale Fvg sono stati pari a 6 milioni di euro". A queste vanno ad aggiungersi le risorse a valere sul Fondo per lo sviluppo: nel 2022 su proposta delle banche di credito cooperativo sono stati deliberati prestiti agevolati per un importo complessivo che supera i 7 milioni di euro. Bini ha poi richiamato l'impegno della Regione per il sostegno al credito, "tanto che, in un contesto generale in cui i tassi di mercato arrivano a superare il 5%, in Friuli Venezia Giulia ai finanziamenti agevolati si applica invece il tasso fisso dell'1,20%-1,30%". La rete di Cassa Rurale Fvg è composta da 23 filiali, oltre 34mila clienti e 8.800 soci. L'esercizio 2022 si è chiuso con un utile netto superiore a 4 milioni di euro. Dal bilancio emerge che le masse complessivamente intermediate per conto della clientela ammontano a 1,86 miliardi di euro, valore in aumento rispetto al 2021 di 15,7 milioni di euro. Gli impieghi hanno superato i 648 milioni di euro, con un aumento rispetto al 2021 del 2,6%. Le nuove erogazioni del 2022 fatte a favore del territorio si attestano a 110,2 milioni di euro. Un altro risultato importante è il dato sui nuovi acquisti di crediti fiscali, pari a 21,98 milioni di euro nel 2022, grazie ai quali la banca ha garantito un notevole supporto alla riqualificazione del patrimonio edilizio del territorio, con stanziamenti per le attività di ristrutturazione e le opere di riqualificazione energetica. Rilevante il sostegno a enti, istituzioni e organizzazioni no-profit operanti nell'ambito della cultura, dell'ambiente, dello sport e della solidarietà, con un'erogazione totale di oltre 359mila euro (50mila euro in più rispetto al 2021), cui si sommano i 42mila euro messi a disposizione dei più giovani e delle famiglie per il sostegno allo studio. La banca, che si fonda sui principi del credito cooperativo, ha aderito al Gruppo Bancario Cassa Centrale Banca. ARC/SSA/pph

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banche: Bini, Cassa Rurale Fvg si conferma riferimento per territorio

TriestePrima è in caricamento