Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

Barcolana Sea summit: Regione, sarà prima tappa Stati generali 2022

Trieste, 6 ott - La Regione Friuli Venezia Giulia ha avviato la collaborazione con Barcolana affinché il Sea summit sia ufficialmente la prima tappa della "road map" che condurrà all'importante appuntamento del prossimo autunno 2022 con gli "Stati generali dell'ambiente e del clima dell'Adriatico e del Centro Europa" che coinvolgeranno la Repubblica di Slovenia, le Contee dell'Istria e Litoraneo Montana della Croazia, la regione della Carinzia in Austria, la Regione Veneto ed Emilia Romagna, ma potenzialmente tutte le Regioni e i Paesi che si affacciano sul Mar Adriatico.

Lo ha reso noto l'assessore regionale alla Difesa dell'Ambiente nel suo intervento di saluto alla giornata inaugurale dell'iniziativa che da oggi fino al 9 ottobre nell'ambito della 53ma edizione della più grande regata del mondo coinvolge imprese, istituzioni e mondo accademico per individuare criticità e proporre soluzioni per la salute degli ecosistemi acquatici.

L'esponente della Giunta ha ricordato che la Regione si impegna a tutelare il mare Adriatico con diverse importanti iniziative, anche transfrontaliere, di monitoraggio, studio e sensibilizzazione come "Marless" un progetto di cooperazione territoriale, finanziato dal programma Interreg Italia-Croazia, che ha preso avvio a giugno 2020 e si concluderà a dicembre 2022.

Il progetto aMareFVG, nato come pilota a Trieste lo scorso anno e che ha riscosso così tanto successo da essere richiesto da tutti i comuni rivieraschi della regione, ha invece lo scopo di favorire la corretta gestione dei rifiuti che vengono raccolti accidentalmente in mare durante le attività di pesca, occasionalmente da diportisti e associazioni di volontariato, nell'ambito di specifiche iniziative di pulizia degli specchi d'acqua e dei fondali.

In tema di inquinamento, seppur principalmente atmosferico, l'assessore ha ricordato la riconversione dell'area a caldo della Ferriera di Servola che provocava un impatto anche sul golfo di Triestee e che grazie al barrieramento fisico da 45 milioni di euro e il progetto di riconversione in polo della logistica preserverà anche il mare. Tutto ciò sarà reso possibile anche grazie all'imponente progetto di elettrificazione delle banchine del porto di Trieste che vedrà impegnata la Regione a garantire la massima efficienza amministrativa affinché si realizzino i lavori nei tempi previsti dal Pnrr.

Infine, l'assessore ha reso noto che è in fase di redazione il progetto Nipoti, ossia l'ambizioso programma con cui la Regione vuole raggiungere la neutralità energetica e gli obiettivi del Green Deal Europeo con almeno 5 anni di anticipo sul 2050.

2 - fine ARC/EP/gg



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barcolana Sea summit: Regione, sarà prima tappa Stati generali 2022

TriestePrima è in caricamento