Notizie dalla giunta

Beni demaniali: Serracchiani, ex caserma Udine all'Asp La Quiete

Udine, 23 novembre - "L'atto odierno rappresenta un grande esempio di collaborazione fra istituzioni ed un risultato prezioso per la città di Udine: recuperiamo suolo e riqualifichiamo spazi che saranno più funzionali per i servizi al cittadino perseguendo, nel contempo, l'obiettivo del risparmio della spesa pubblica".

Lo ha affermato oggi la presidente della Regione, Debora Serracchiani, siglando a Udine il verbale di consegna dell'area demaniale di via Pracchiuso (ex Caserma Reginato) con il direttore regionale dell'Agenzia del demanio Fvg, Pierluigi Di Blasio, e il presidente dell'Azienda pubblica per i servizi alla persona (Asp) La Quiete, Stefano Gasparin.

Il documento odierno rappresenta l'atto di consegna dell'area da parte dell'Agenzia del demanio alla Regione e da quest'ultima all'Asp La Quiete. L'iter di sdemanializzazione della zona dell'ex ospedale militare di Udine è concluso e, come è stato indicato, ora potranno iniziare i lavori di riqualificazione con la costruzione di un nuovo padiglione con 120 posti letto, nuovi uffici e parcheggi. Nell'ex caserma troveranno spazio anche gli uffici della Prefettura e verrà dato nuovo assetto al centro documentale della Difesa.

"In quest'area convivranno più servizi in un territorio che viene recuperato. Si tratta di un risultato ottenuto grazie allo straordinario lavoro di squadra realizzato insieme al Governo, alla commissione paritetica Stato-RegionC, al comune di Udine, all'Asp la Quiete e alla Soprintendenza", ha rimarcato Serracchiani.

La presidente ha ricordato, inoltre, il piano di valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico che riguarderà nei prossimi mesi l'ex caserma Osoppo. "Anche in quel caso - ha evidenziato - non ci sarà consumo di suolo ma verrà riqualificato l'esistente che verrà messo a disposizione della comunità". Obiettivi perseguiti in un'ottica di razionalizzazione, risparmio della spesa, riqualificazione, riuso e valorizzazione del complesso degli immobili pubblici situati sul territorio comunale. Gasparin, dal canto suo, ha parlato di sinergia fra istituzioni per raggiungere un obiettivo programmato, rilevando l'efficace gioco di squadra volto al bene comune. "Il primo intervento che abbiamo deciso di cantierare grazie ai fondi della Regione - ha spiegato - rafforza proprio il ruolo dell'Asp nel centro cittadino, facendo riappropriare il quartiere di un'area verde dimenticata".

Soddisfatto anche Di Blasio che ha rimarcato il plauso per l'operazione e la stretta collaborazione tra tutti i livelli governativi e amministrativi. ARC/LP/fc



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beni demaniali: Serracchiani, ex caserma Udine all'Asp La Quiete

TriestePrima è in caricamento