BENZINE: GIUNTA FVG, STRATEGIA DOPO STOP UE A AGEVOLATA

Trieste, 11 dic - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, riunita oggi a Trieste, ha iniziato a esaminare la situazione relativa all'applicazione di un regime agevolato dei prezzi della benzina e del diesel, dopo che nella giornata di ieri è pervenuto il parere motivato della Commissione Europea (CE), con la richiesta all'Italia di modificare la normativa attualmente in vigore.

Per orientare la strategia regionale nel modo più appropriato è stata in primo luogo decisa la convocazione urgente di Tavoli interdirezionali, con il compito di approfondire il documento della CE e di evidenziarne eventuali varchi giuridici. La possibilità di presentare controdeduzioni risulta evidentemente sottomessa alla verifica che il parere motivato della Commissione mostri, dal punto di vista tecnico, aspetti di debolezza tali da non esporre al rischio - considerato pericoloso e da evitare - di una sanzione estremamente pesante da parte della Corte di Giustizia di Strasburgo.

La Giunta ha anche concordato sulla necessità di iniziare, già da gennaio, una serie di incontri con le categorie coinvolte, dalle associazioni dei benzinai alle società petrolifere, allo scopo di raccogliere ogni elemento utile a ricomporre un quadro completo, dettagliato e aggiornato della situazione.

Al termine dell'analisi tecnico-giuridica e della ricognizione socio-economica, la Giunta si consulterà con il Governo, per un confronto a livello delle Autorità centrali, cui è demandato ogni ulteriore atto di fronte alla CE.

ARC/PPD/Com



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Vaccini: Riccardi, con centro Tarvisio si potenzia offerta in montagna

  • Ristori: Bini, domani al via le liquidazioni a oltre 6mila richiedenti

  • Ddl 130: Riccardi, riqualificare ex Weissenfels per garantire lavoro

  • Salute: Riccardi, primo confronto su Rar con sindacati medici

Torna su
TriestePrima è in caricamento