Notizie dalla giunta

Biodiversità: Zannier, incendi controllati per salvaguardia ambientale



Udine, 8 feb - Nel mese di febbraio, nell'area golenale del fiume Tagliamento in località "Grave dei Mizzeri" a Pinzano, verranno avviate delle manutenzioni della vegetazione ricorrendo a prove di "fuoco prescritto", vale a dire di incendio controllato.

Obiettivo dell'attività, che si svolgerà in circa mezza giornata di lavoro, è quello di contenere e possibilmente eliminare la radicazione di Amorpha fruticosa, una pianta alloctona e invasiva, che ha occupato la nicchia ecologica dell'habitat incluso nella zona speciale di conservazione (Zsc). L'attività sarà svolta dal Corpo forestale regionale e dai volontari del distretto di Protezione civile e antincendio boschivo della Val D'Arzino, con la regia del servizio Biodiveristà della Regione tramite la stazione forestale di Pinzano al Tagliamento.

Per l'assessore regionale alle Risorse agroalimentari, forestali e ittiche del Friuli Venezia Giulia, Stefano Zannier, si tratta di "un'importante iniziativa che si inserisce in una valutazione prettamente tecnico-scientifica con la finalità di salvaguardare gli ecosistemi inseriti nella rete Natura 2000. L'innovativa modalità è supportata comunque da importanti esperienze pregresse e sarà gestita con la consueta e competente attività del Corpo forestale Regionale e dal Servizio biodiversità della Regione".

L'area d'intervento per l'esecuzione di questa prima prova è stata individuata in una superficie di due ettari di golena, all'interno dei quali sono state ricavate due "aree di saggio", che verranno risparmiate dalle fiamme, per confrontare e monitorare l'effetto del fuoco sull'evoluzione della vegetazione.

L'attività di "fuoco prescritto" - come viene chiamata tecnicamente - si basa su un'attenta conoscenza del territorio e su una precisa progettazione della combustione, praticata nell'ambiente naturale in modo innovativo, ma utilizzando il fattore fuoco per la gestione e la conservazione di alcuni habitat prioritari che necessitano di interventi. Secondo la relazione del Servizio biodiversità regionale, in questo modo, la Regione, dopo aver approvato il Piano di gestione della Zsc che consente l'uso del fuoco per scopi gestionali, potrà verificare l'applicazione di un fuoco controllato in alternativa ai trattamenti meccanizzati, considerati molto impattanti.

Negli anni passati interventi di manutenzione simili sono stati realizzati ampiamente nella Zona speciale di conservazione Greto Tagliamento, che fa parte della rete regionale di Natura 2000, con il progetto Life Magredi Grasslands durato sette anni, con il taglio o la trinciatura della vegetazione invasiva effettuata a più riprese negli anni con grosse macchine forestali, per ripristinare superfici a prato magredile. ARC/SSA/ma



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biodiversità: Zannier, incendi controllati per salvaguardia ambientale

TriestePrima è in caricamento