CAL: VITO, DA ENTI LOCALI PROFONDA CONDIVISIONE SU PIANO ENERGETICO

Udine, 15 set - Il Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) ha approvato oggi a larga maggioranza (11 voti favorevoli; tre astensioni: Gorizia, Ragogna e Tarvisio) il Piano Energetico Regionale (P.E.R.). "C'è grande soddisfazione per questo risultato che è il segnale di una profonda condivisione di un modello di sviluppo sul quale la Regione Friuli Venezia Giulia sta puntando per coniugare il rispetto dell'ambiente con un'occasione di crescita", ha commentato l'assessore regionale all'Ambiente e all'Energia Sara Vito che ha illustrato linee e obiettivi del Piano.

In merito alle osservazioni su alcuni dettagli tecnici, tra cui quelle dei Comuni di Trieste, Udine e Muggia, Vito ha dichiarato di essere disponibile ad accoglierle "perché - ha detto - tutte costruttive e di buon senso".

Approvazione all'unanimità anche per i due Regolamenti che concedono contributi ai Comuni per la predisposizione del Piano di Azione per l'Energia Sostenibile (PAES) e per il Piano comunale di illuminazione. "Sono tutte azioni che vanno nella stessa direzione, ovvero misure per l'efficientamento energetico, il risparmio, la riduzione dell'inquinamento atmosferico e luminoso", ha ricordato Vito, richiamando che "anche il P.E.R. consentirà di fare il punto sulla riduzione di CO2, la grande sfida a cui sia a livello nazionale che regionale siamo chiamati a rispondere".

Dopo essere stati discussi dai rappresentanti degli Enti locali, i temi del P.E.R. saranno oggetto di un confronto oggi a Udine con le categorie economiche e con Federconsumatori per un altro dei dibattiti pubblici (già avvenuto quello con i sindacati) con i vari portatori di interessi.

"È importante che questa sfida culturale sia percepita come centrale da tutti e per questo gli incontri e i dibattiti sono fondamentali. Solo se si crederà fino in fondo agli obiettivi del Piano, allora arriveranno i risultati", ha commentato Vito.

Il CAL ha espresso parere favorevole anche sulla delibera illustrata dall'assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca inerente la Programmazione dell'utilizzo delle risorse del Fondo nazionale per le Politiche sociali per il 2015, secondo gli obiettivi stabiliti dal decreto del 4 maggio 2015 del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali di concerto con quello dell'Economia e delle Finanze.

Anche le modifiche al Regolamento per il Portale dello Sportello unico per le Attività produttive e di servizi sono state approvate dal CAL all'unanimità.

ARC/EP



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Pnrr: Rosolen, così cambiano scuola, formazione e lavoro post Covid

  • Finanze: Zilli, investimento Friulia in Bic è strategico e crea volano

  • Friulano: Roberti, pressing su Governo per più friulano in Rai

  • Lavoro: Rosolen, domicilio fiscale per modulare incentivi assunzioni

  • Banda ultralarga: Fedriga, soddisfazione per completamento rete Fttx

  • Enti locali: Roberti, condividere iter di riforma tributi immobiliari

Torna su
TriestePrima è in caricamento