Notizie dalla giunta

CARTA UDINE: COSTA, GIORNATA FONDAMENTALE PER REGIONI SPECIALI

Udine, 7 ottobre - Il convegno odierno di Udine su Riforma Costituzionale e Autonomie speciali "è una tappa fondamentale della riflessione sul regionalismo e sulle Regioni a Statuto speciale". Lo ha sostenuto il ministro degli Affari regionali e Autonomie Enrico Costa concludendo l'assise che oggi è stata suggellata dalla firma della Carta di Udine tra la Regione Friuli Venezia Giulia, con la presidente Debora Serracchiani, i presidenti delle Province autonome di Trento e Bolzano e il rappresentante della Regione Sardegna.

"Leggendo la Riforma Costituzionale - ha osservato Costa - vedete che c'è lo strumento giuridico che consente di andare verso una visione dinamica degli Statuti, il che impone, parallelamente, al Governo e al Parlamento di porsi dei tempi certi per le norme di attuazione". Proprio "gli strumenti giuridici - secondo il ministro - garantiscono intese solide".

Costa ha rilevato che l'aspetto chiave della Riforma Costituzionale, per ciò che riguarda il rapporto con le Regioni a Statuto speciale, "è quello dell'equilibrio e della leale collaborazione", secondo il principio che ha sintetizzato in "nessuna revisione in solitudine". Costa ha apprezzato "il taglio del convegno" odierno "in quanto confronto sui temi" e ha evidenziato, infine, che quando si toccano temi istituzionali "non ci sono colori politici".

ARC/PPH/fc
 



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CARTA UDINE: COSTA, GIORNATA FONDAMENTALE PER REGIONI SPECIALI

TriestePrima è in caricamento