Domenica, 21 Luglio 2024
Notizie dalla giunta

Casa: Amirante, in assestamento 28 mln per Ater e edilizia sociale

Udine, 25 giu - Ammontano a 28 milioni di euro le risorse regionali stanziate per case Ater e edilizia sociale nella prima bozza della manovra estiva approvata dall'Esecutivo. Un tesoretto che, unito alle risorse già incluse nella Legge di stabilità, porta a 49 milioni l'impegno della regione per l'abitazione.

Lo rende noto l'assessore regionale a Infrastrutture e territorio Cristina Amirante ribadendo "la grande attenzione della Giunta regionale alle esigenze sociali della popolazione, a cominciare dall'accesso ai trasporti pubblici e alla casa". "Mi riferisco in particolare all'edilizia convenzionata e sovvenzionata che Ater gestisce a favore di chi non riesce ad avere accesso al mercato immobiliare privato - ha spiegato Amirante -, anche a causa delle speculazioni determinate dal 'centodieci' di cui paghiamo le conseguenze sia a livello statale che regionale, a causa dell'innescarsi di un rialzo dei prezzi degli immobili e dei tassi di interesse per il loro acquisto".

"Tra Legge di stabilità e assestamento abbiamo raggiunto la ragguardevole cifra di 49 milioni che andranno a beneficio sia degli investimenti delle Ater per l'acquisto di nuovi appartamenti che per la manutenzione di quelli già esistenti, così da aumentare il numero di alloggi disponibili per soddisfare la gran parte della crescente domanda".

"Di queste risorse 14 milioni, 6 in stabilità e 8 in assestamento, serviranno a coprire la mancata riscossione di canoni da parte di Ater a fronte di nuclei familiari che per diverse difficoltà non riescono a pagare i canoni seppure calmierati" ha aggiunto Amirante.

Infine, l'assessore ha voluto ricordare l'abbattimento dei costi dei trasporti pubblici per gli studenti del Friuli Venezia Giulia che possono beneficiare di agevolazioni sugli abbonamenti sia per il treno che per il bus. ARC/SSA/gg



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa: Amirante, in assestamento 28 mln per Ater e edilizia sociale
TriestePrima è in caricamento