rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Notizie dalla giunta

Cinema: Gibelli, Pordenone Docs Fest è buon cibo per la mente

Pordenone, 29 mar - "A un mondo in cui le notizie e le immagini vengono 'consumate' velocemente come in un pasto al fast food, si contrappone Pordenone Docs Fest che è buon cibo per la mente". Lo ha detto l'assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli partecipando oggi a palazzo Badini alla presentazione della 15esima edizione di Pordenone Docs Fest organizzato da Cinemazero. Dal 6 al 10 aprile verrà dato risalto alla forza della realtà in un festival cinematografico che si propone come specchio dei tempi. Dalla Cina all'Ucraina, dalle rivolte di Hong Kong al futuro di Venezia, saranno proiettati una trentina di documentari e film di una ventina di Paesi, a cui si aggiungono incontri, tavole rotonde, seminari e presentazione di libri a cui parteciperanno un centinaio di ospiti. Alla presenza del presidente di Cinemazero Marco Fortunato, del curatore della rassegna Riccardo Costantini e dell'assessore comunale alla Cultura Alberto Parigi, l'esponente dell'Esecutivo Fedriga, facendo un parallelismo con il cibo, ha posto in evidenza la "salubrità" del festival rispetto alla bulimia di immagini e notizie che ci circondano in questi ultimi tempi. "Dagli eventi legati alla pandemia al più recente conflitto in Ucraina - ha detto Gibelli - in questi tre anni la nostra tavola si è fatta bombardare inconsapevolmente e quotidianamente da fast e junk food. Mi riferisco alle immagini e alle cronache proposte in modo non giusto o perché senza filtro e che sconfinano nelle fake news, oppure alle quali viene data una interpretazione di parte ma non dichiarata. Sono eventi questi che molte volte subiamo acriticamente perché ci è venuta una fame bulimica da notizie; questo cibo spazzatura in prima battuta lo assumiamo acriticamente per avviare solo in seguito, a causa di una cattiva digestione, una operazione di analisi". "L'antidoto a tutto ciò - ha concluso l'assessore regionale - sono eventi come il Pordenone Docs Fest, che rappresentano il cibo dello slow food in cui al consumatore vengono dichiarati tutti gli ingredienti della portata nella loro intera qualità e salubrità. Prenderci il tempo di consumare e apprezzare questo tipo di pietanze è quanto di più necessario serva alla nostra salute perché necessitiamo di buon cibo per il nostro corpo; allo stesso modo il festival pordenonese per la qualità della sua proposta, diventa buon cibo per la nostra mente". ARC/AL/ma


In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema: Gibelli, Pordenone Docs Fest è buon cibo per la mente

TriestePrima è in caricamento