Lunedì, 15 Luglio 2024
Notizie dalla giunta

Commercio: Bini, con 10,5 mln sosteniamo tutti i distretti

Riconoscimento ufficiale oggi a Udine per i 20 neo-costituiti distretti del commercio Udine, 8 giu - "Saranno stanziati in assestamento ulteriori 4 milioni e 500mila euro a favore dei distretti del commercio che si sommano a quelli già stanziati, pari a 6 milioni di euro, così da dare copertura a tutte le 20 progettualità presentate che oggi abbiamo ufficialmente riconosciuto. Una sfida che nasce dalle sollecitazioni dei territori e che oggi possiamo dire vinta". Lo ha annunciato oggi l'assessore regionale alle Attività produttive e Turismo, Sergio Emidio Bini, durante la presentazione dei distretti del commercio del Friuli Venezia Giulia nell'auditorium del palazzo della Regione a Udine che ha visto il riconoscimento ufficiale dei 20 neo-costituiti distretti del commercio, alla presenza dei rappresentanti delle Amministrazioni comunali coinvolte, delle associazioni di categorie e delle rappresentanze sindacali. "L'incontro odierno rappresenta, dunque, il primo atto per dare il via alle progettualità di sviluppo dei distretti; un percorso positivo e di grande valore che ha ricevuto un'importante risposta da parte del territorio con l'adesione del 57% dei Comuni accanto ad associazioni e privati", ha aggiunto Bini. L'esponente della Giunta Fedriga ha parlato di una sfida nata su sollecitazione dei territori e vinta anche in termini di efficienza da parte della Regione che ha completato l'iter in tempi brevi. "Abbiamo attuato il cronoprogramma rapidamente, dato seguito alla legge Sviluppoimpresa che ha disciplinato i distretti del commercio. Il bando relativo si è chiuso a maggio scorso e ora siamo pronti a dare copertura a tutte le progettualità", ha sottolineato Bini. Un'operazione che ha visto l'adesione di 123 Comuni su 215 (57%) con una popolazione coinvolta di 982.294 cittadini accanto alle associazioni del territorio, di categoria e 30.904 imprese e che ha come obiettivo il rilancio del commercio locale, la valorizzazione e rigenerazione dei centri cittadini e delle aree urbane a vocazione commerciale attraverso progetti volti a promuoverne la storia, la cultura e le tradizioni, a rivitalizzarne l'attrattività turistica e a valorizzare l'offerta di prodotti del territorio a chilometro zero e a basso impatto ambientale. Nel dettaglio i 20 distretti del commercio sono così suddivisi: 6 nell'ambito territoriale di Pordenone che ha visto il coinvolgimento di 50 Comuni su 50 con 9.182 imprese; 11 nell'ambito territoriale di Udine, 63 su 134 i Comuni coinvolti con 12.051 imprese; 2 nell'ambito territoriale di Gorizia, 7 su 25 i Comuni coinvolti con 3.021 imprese; uno nell'ambito territoriale di Trieste dove sono stati coinvolti 3 Comuni su 6 con 6.686 imprese. "L'Amministrazione regionale, attraverso il sostegno finanziario ai distretti - ha spiegato Bini -, intende promuovere il commercio come fattore strategico di sviluppo economico sostenibile, di coesione e crescita sociale oltre che per la valorizzazione delle risorse del territorio. Siamo convinti che la sinergia fra Regione Comuni, associazioni di categoria e privati darà di nuovo impulso ai centri storici che hanno caratterizzato la vita sociale ed economica per tanti decenni della nostra regione". Dopo la consegna delle targhe assegnate ai Comuni capofila dei singoli distretti, la mattinata è proseguita con un focus tecnico relativo alla recente modifica della legge 29 del 2005 relativa al commercio. "Dopo la revisione a fine della scorsa legislatura - ha indicato Bini - ora procederemo con la modifica più ampia della norma che inizierà con la fase della concertazione assieme ai portatori di interesse per licenziare una importante riforma del settore". ARC/LP/gg

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio: Bini, con 10,5 mln sosteniamo tutti i distretti
TriestePrima è in caricamento