COOPERAZIONE: SANTORO, CON "JULIUS LIFE" PROMUOVIAMO L'AREA MONTANA

Trieste, 26 agosto - La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore alle Infrastrutture e al Territorio Mariagrazia Santoro, ha deliberato di aderire al Progetto di Cooperazione transfrontaliera Julius Life, che si propone di tutelare e promuovere le risorse naturali e culturali dell'area montana dalle Alpi Giulie all'Adriatico.

Il Progetto rientra nel Programma di Cooperazione territoriale transfrontaliera Italia - Slovenia 2014-2020 che vede coinvolti il Comune di Monfalcone, in qualità di capofila, e i partner  Parco delle Prealpi Giulie, VeGAL - Agenzia di Sviluppo dell'area orientale del Veneto, Comune di Lubiana, Parco Nazionale del Triglav, Comune di Postumia, CŠŠOD Slovenia - Centro per le attività scolastiche ed extrascolastiche del Ministero dell'Educazione.

"Il Progetto ha una forte valenza naturalistica e turistica", spiega l'assessore Santoro, precisando che "la partecipazione al Bando ci consentirà di pianificare una strategia comune di valorizzazione dell'area montana e carsica transfrontaliera dalle Alpi Giulie all'Adriatico, per sviluppare azioni di tutela ambientale, attraverso lo sviluppo e il miglioramento delle infrastrutture, l'integrazione dell'area carsica e di quella montana, dei Parchi naturali del Triglav e delle Prealpi Giulie e delle aree limitrofe".

Il Progetto prevede, tra l'altro, l'organizzazione di eventi culturali e azioni dedicati ai giovani attraverso corsi e specifiche iniziative di avvicinamento alla montagna, a partire dalla proposta di attività sportive quali il nordic walking  e la mountain bike,  ma si rivolge anche a categorie disagiate per migliorare l'accessibilità.

Un'ulteriore finalità progettuale è la promozione dei siti patrimonio dell'UNESCO attraverso interventi di tutela attiva con un approccio sostenibile e rispettoso degli equilibri e della fragilità dell'ambiente naturale, che si concretizza nella realizzazione di sentieri e percorsi ciclabili, nell'apposizione della segnaletica specifica e nella creazione di percorsi ambientali per disabili, ipovedenti e non vedenti.

Sono inoltre previsti interventi per la valorizzazione di percorsi per passeggiate, trekking  e ciclismo, vie e pareti di arrampicata, centri visita. Nel comune di Lubiana è in programma la sistemazione dell'area di Barje, zona naturale di acque stagnanti nota per la sua rara fauna e flora e per i resti della cultura preistorica palafitticola riconosciuta patrimonio dell'Umanità.

Il costo complessivo stimato del Progetto è di 1.200.000,00 euro (per l'85% cofinanziato dal fondi FESR e per il restante 15%, con fondi statali). La partecipazione della Regione in veste di partner  associato non comporta alcun budget  di progetto.

ARC/PPD/com



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Migranti: Roberti, sconcerto parole Schiavone su cittadino pakistano

  • Ricerca: Rosolen, Iupap in Porto Vecchio conferma attrattività Trieste

  • Vaccini: Riccardi, per Villa Manin allargata agenda con altre 240 dosi

  • Turismo: Bini, Tolmezzo capitale mondiale del motociclismo fuoristrada

  • Disturbi alimentari: Riccardi, dopo ambulatorio obiettivo centro cura

  • Vaccini: Fedriga-Riccardi, ottime adesioni fascia 50-59

Torna su
TriestePrima è in caricamento