Coronavirus: Bini-Zilli, anche da Mediocredito FVG sforzo per le pmi

Udine, 18 mar - Prosegue il confronto congiunto che gli assessori regionali alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, e alle Finanze, Barbara Zilli, hanno avviato con il mondo economico del Friuli Venezia Giulia, e con le categorie, anche professionali, investite dalle conseguenze del coronavirus.

E dopo i vertici di Friulia e Frie, oggi hanno sentito i vertici e i dirigenti di Mediocredito Banca FVG. Come ha specificato in apertura l'assessore Zilli, che aveva convocato la videoconferenza, la volontà della Regione è ora di potersi confrontare con le componenti dell'economia del Friuli Venezia Giulia anche rispetto al nuovo decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri per valutare assieme ai soggetti interessati quali possano essere le migliori misure da adottare per essere rapidamente al fianco delle categorie economiche che maggiormente risentono della crisi causata dall'emergenza.

Da tutti gli incontri è emersa l'urgenza di mettere a disposizione liquidità, soprattutto per le piccole e le micro imprese. "Uno sforzo - ha aggiunto Zilli - per il mondo bancario che la Regione condividerà con le partecipate e con tutto il sistema regionale". "A Friulia, Finest, all'intero sistema bancario - ha detto Bini - chiediamo infatti di compiere uno sforzo per mettere in campo risorse importanti e a condizioni straordinarie per il sistema economico del Friuli Venezia Giulia, perché possa fare fronte alla grave situazione causata dall'emergenza". "Quando l'emergenza sarà conclusa - ha aggiunto - si opererà in condizioni finanziarie diverse".

Il presidente di Mediocredito, Edgardo Fattor, ha espresso condivisione per le valutazioni dei due esponenti del Governo Fedriga, assicurando la massima disponibilità a mettere a disposizione l'Istituto per le valutazioni e le proposte utili a favorire un sostegno adeguato all'economia in crisi. ARC/CM/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento