Coronavirus: Callari, informatizzazione Pa Fvg agevola smart working

Sono 2300 coloro che utilizzano questa modalità

Udine, 8 apr - "Nel Friuli Venezia Giulia, nonostante la popolazione sia stata costretta a rimanere a casa a seguito dell'emergenza Coronavirus, le attività amministrative sono potute proseguire grazie all'adozione dello "smart working". Il personale in forza alla Regione, agli enti locali, e alla sanità per quanto concerne la sua componente amministrativa, svolge l'attività lavorativa dalla propria abitazione, utilizzando dispositivi dell'Amministrazione, o personali, con la connessione remota".

Lo ricorda l'assessore regionale al Patrimonio, demanio, servizi generali e sistemi informativi, Sebastiano Callari, evidenziando che il risultato è stato ottenuto attraverso il potenziamento della VPN (Virtual private network). Quest'ultimo è il sistema informatico che consente di accedere alla rete dell'amministrazione di appartenenza attraverso una connessione internet sicura, utilizzando un pc dell'amministrazione.

Il tutto, elevando la possibilità di accedere alla rete, contemporaneamente, da 1-500 a 15 mila utenti.

"È inoltre stato attivato - prosegue Callari - un servizio VDI (Virtual desktop infrastructure), che consente di connettersi al proprio personal computer dell'ufficio utilizzando il pc di casa: mediante questa modalità, lavorano in sicurezza oltre due mila 300 utenti".

"È inoltre stata potenziata significativamente - aggiunge l'assessore - la possibilità di attivare riunioni virtuali con sistemi di videoconferenza, con la condivisione di documenti e presentazioni, passando da un sistema centralizzato con regia, per un massimo di 50 utenti connessi contemporaneamente, a un'infrastruttura che permette a oltre 4 mila utenti di attivare autonomamente meeting con un numero di partecipanti molto ampio".

Nel contempo, per assicurare la prosecuzione del servizio, attraverso la rete internet sono ora 1.500 numeri i telefonici interni dell'Amministrazione regionale connessi ai pc presenti nelle abitazioni dei dipendenti.

"La Regione - precisa Callari - ha reso disponibile a tutti i dipendenti l'opportunità di utilizzare gratuitamente, mediante un dispositivo personale, gli strumenti di produttività individuale, tra i quali i word processing e i fogli di calcolo, che associati alla posta elettronica dell'ufficio, consentono la produzione e lo scambio di documenti".

"È infine stato reso disponibile ai dipendenti regionali - conclude - un consistente spazio di memorizzazione Cloud, pari a 1 TeraByite, per la conservazione di documenti". ARC/CM/al
 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Enti locali: Roberti, presto norma per facilitare assunzione personale

  • Barcolana 2020: Fedriga, dal mare una sfida ai grandi eventi

  • Lingue minoritarie: Roberti, Regione attenta futuro Radio Capodistria

  • Maltempo: Zannier, in fase avanzata interventi eseguiti da Regione

  • Prot. civile: Riccardi, ok progetto per nuovi giovani e promozione 112

  • Ricerca: Fedriga, anticipare esigenze territorio attraverso Big Data

Torna su
TriestePrima è in caricamento