Coronavirus: da 20/4 riapertura al pubblico uffici Urp e Tavolare

Trieste, 17 apr - Da lunedì 20 aprile riapriranno al pubblico gli Uffici relazioni con il pubblico (Urp) della Regione e quelli del Tavolare del Friuli Venezia Giulia.

Lo ha deciso l'Amministrazione regionale che, con due appositi provvedimenti, ha decretato il riavvio dell'attività rivolta al pubblico dopo la sospensione decisa a seguito dell'emergenza sanitaria in atto.

Per quanto riguarda gli Urp, il servizio riprenderà di nuovo il via osservando opportune misure di prevenzione e contenimento del contagio dal virus Covid-19 con la presenza di un solo addetto per ufficio. L'accesso per effettive urgenze è consentito ad una persona per volta, previo appuntamento, dalle 9 alle 12.30 dal lunedì al venerdì.

A decorrere dal 20 aprile 2020 e fino al 24 dello stesso mese, l'accesso al Tavolare ai fini della consultazione documentale avverrà con modalità diverse a seconda della collocazione territoriale degli uffici. Per quello di Trieste, l'apertura è prevista dalle 8.30 alle 9.10, dal lunedì al venerdì, limitatamente ai soli notai, avvocati e loro collaboratori. Tutte le altre categorie professionali, comprese quelle appena citate, potranno accedere invece dalle 9.10 alle 12.20 dal lunedì al giovedì, mentre il venerdì dalle 9.10 alle 11.40. Per gli uffici di Gorizia, Gradisca, Monfalcone, Cervignano, Pontebba l'apertura è prevista dalle 9.10 alle 12.20 dal lunedì al giovedì e dalle 9.10 alle 11.40 il venerdì.

L'accesso agli uffici per la presentazione delle sole domande indifferibili e urgenti è consentito dalle 9.10 alle 11.40, dal lunedì al venerdì, mentre la consultazione documentale è consentita solo ai professionisti e loro collaboratori, per motivi di lavoro. All'interno degli uffici, il pubblico è tenuto all'utilizzo delle mascherine o comunque di una protezione a copertura di naso e bocca e al mantenimento della distanza interpersonale di sicurezza di almeno 1 metro.

Nell'accedere agli uffici tavolari, il pubblico è infine tenuto a compilare il registro degli ingressi alle sedi regionali come prescritto dal Protocollo di sicurezza anti contagio Covid-19. Inoltre l'accesso è soggetto a scaglionamento e il tempo di permanenza nei locali dell'ufficio per la consultazione sarà contingentato. ARC/AL/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Bini, da 18/3 ristori da 500 a 10mila euro ad attività in crisi

  • Sicurezza: Roberti, necessario far luce su contatti passeur-terroristi

  • Vaccini: Fedriga, certezze su dosi e tempi

  • Infrastrutture: Pizzimenti, 1,8 mln per banda larga nelle Pa

Torna su
TriestePrima è in caricamento