Coronavirus: Gibelli, ddl che evita desertificazione cultura e sport

Trieste, 14 mag - "Un disegno di legge studiato per scongiurare in Friuli Venezia Giulia il pericolo di una desertificazione culturale e di un impoverimento sportivo, costruito assieme alle imprese, al Coni FVG e alle associazioni di settore, per fornire loro il sostegno necessario in questa delicata fase legata all'emergenza epidemiologica".

E' il commento dell'assessore regionale alla Cultura e Sport Tiziana Gibelli, a margine dell'approvazione in Consiglio regionale del ddl n. 88 "Misure urgenti in materia di cultura e sport".

"Si tratta di provvedimenti che non aggiungono costi - ha spiegato l'assessore - ma che razionalizzano gli investimenti già fatti attraverso i bandi e le graduatorie di merito che ne sono scaturite. Queste misure si aggiungono ad altre assunte a livello nazionale, proposte dalla Conferenza delle Regioni e portati all'attenzione dei ministri Franceschini e Spadafora".

"Le imprese culturali creative, così come le associazioni sportive - ha spiegato Gibelli - sono aziende come tutte le altre; anche loro, in questa fase, hanno registrato le stesse problematiche e difficoltà sofferte dalle pmi, con l'aggravante di avere bilanci più fragili. Da questa considerazione è nata la volontà della Giunta di sostenere i due comparti e chi vi opera, attraverso le misure approvate oggi e con altri interventi significativi nati dalle esigenze delle realtà culturali e sportive del territorio". "Agendo su più fronti - ha concluso - siamo riusciti a tratteggiare un quadro che non posso definire di tranquillità, perché oggi quest'ultima è una condizione che non appartiene a nessun comparto, ma a creare le condizioni necessarie a traguardare un periodo così delicato come quello attuale". ARC/CCA/al



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento