Coronavirus: Regione chiede ad Ausir interventi su bollette acqua

Trieste, 22 ago - Ulteriori misure di solidarietà per venire incontro a chi deve pagare i conguagli delle bollette dell'acqua, specialmente in zona montana, sono state sollecitate dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Energia e alla Difesa dell'ambiente.

Una comunicazione in tal senso è stata trasmessa all'Autorità unica per i servizi idrici e i rifiuti (Ausir) e a tutti i Comuni e Gestori del Sistema idrico integrato (Sii).

In questo periodo di emergenza sanitaria connessa all'epidemia Covid-19 e di faticosa ripartenza dopo il lockdown molte aziende e famiglie potrebbero avere difficoltà a far fronte alle bollette idriche, specie in un periodo in cui vengono conguagliate le fatturazioni degli anni precedenti.

I gestori hanno provveduto ad attivare forme di solidarietà tra le quali la dilazione e la rateizzazione dei pagamenti, anche in ottemperanza alle deliberazioni dell'Autorità di regolazione per energia reti e ambiente. Tuttavia, a giudizio dell'Esecutivo regionale, queste agevolazioni potrebbero non essere sufficienti, in particolare per quelle attività che riscontrano notevoli difficoltà a ripartire per via di una debole domanda o delle restrizioni ancora in corso derivanti dal lockdown.

La Regione ha inoltrato quindi richiesta formale di individuare ulteriori misure di solidarietà, specialmente in zona montana, concordate con i Gestori, anche con l'eventuale utilizzo dell'avanzo di amministrazione accantonato da Ausir. ARC/PPH/ep



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Prot. civile: Riccardi, orgogliosi per aiuto comunità Castelsantangelo

  • Ambiente: Scoccimarro, lavoriamo per una regione sempre più verde

  • Montagna: Zilli, proposte sostenibili del territorio per rilancio

  • Salute: Riccardi, funzioni Usca siano costanti in residenze anziani

  • Lavoro: Rosolen, da Governo misure più efficaci contro sfruttamento

  • Sport: Gibelli, intesa con Coni su sanificazione palestre scolastiche

Torna su
TriestePrima è in caricamento