Coronavirus: Regione, congedi parentali più agevoli se figli a casa

In base a Dpcm, deroga al preavviso e utilizzo lavoro agile

Trieste, 5 mar - Deroga al preavviso di 5 giorni per la richiesta del congedo parentale, possibilità di assentarsi dal lavoro per gravi motivi a favore di chi ha figli in età scolare e disponibilità al lavoro agile.

Sono queste solo alcune delle misure che la Regione, attraverso una circolare diramata dalla Direzione centrale delle Autonomie locali, ha adottato in ottemperanza a quanto indicato dal Decreto del presidente del Consiglio dei ministri (Dpcm) per ovviare ai disagi a cui stanno andando incontro le famiglie dei dipendenti regionali a causa della chiusura delle scuole per l'emergenza sanitaria legata al coronavirus.

In particolare l'amministrazione regionale ha disposto di poter eventualmente autorizzare permessi ai propri dipendenti anche se la comunicazione è pervenuta con preavviso inferiore rispetto a quanto previsto dal contratto di lavoro, in considerazione di particolari motivazioni e contingenti necessità da valutare in base allo specifico caso.

La circolare prevede inoltre che, in alternativa, i dipendenti potranno rivolgere motivata istanza ai rispettivi dirigenti, per fruire di uno o più giorni di permesso retribuito per gravi motivi familiari, nell'ambito dei 5 giorni annualmente previsti.

Infine la Regione ha deciso anche di agevolare, laddove sia possibile, i propri dipendenti all'utilizzo dello strumento dello smart working o lavoro agile. ARC/AL



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Patrimonio: Callari, immobili Regione supporteranno Gorizia 2025

  • Autonomie locali: Roberti a Governo, urgente sblocco concorsi

  • Salute: Riccardi, potenziare servizi autismo è atto di normalità

  • Università: Rosolen, circa 450mila euro per studenti in affitto 2020

  • Salute: Riccardi, con odontoiatria a Monfalcone più risposte

  • Cultura: Gibelli, "Udine Design Week" stimola innovazione e ripresa

Torna su
TriestePrima è in caricamento