Coronavirus: Riccardi, al momento 41 mln a Ssr per emergenza Covid19

Udine, 5 mag - Il sistema sanitario regionale (Ssr) ha potuto contare, inoltre, sulle risorse già destinate all'attività ordinaria che sono state riorientate per fronteggiare l'epidemia e che possono essere quantificate in circa 41 milioni di euro personale escluso, di cui due terzi utilizzati per acquisti di attrezzature e dispositivi di protezione individuale.

E' la sintesi della risposta fornita, oggi, al Consiglio regionale dal vicegovernatore del Fvg, Riccardo Riccardi, in merito a due interrogazioni sulle spese sostenute dalla Protezione civile regionale e dalla direzione centrale alla Salute per fare fronte all'emergenza da Coronavirus.

"Il bilancio regionale garantisce idonea copertura delle spese che gli Enti del Ssr stanno fronteggiando per attivare ogni azione dedicata all'emergenza - ha spiegato Riccardi -. Le spese finora sostenute dal sistema sanitario hanno potuto trovare infatti copertura nel finanziamento ordinario già garantito; sono state infatti riorientate le risorse per fronteggiare l'epidemia. La reale quantificazione degli effetti dello stato di emergenza è in fase di definizione ma al momento, l'attuale quadro conoscitivo ci consente di quantificare in circa 41 milioni di euro l'impegno finanziario massimo degli Enti rispetto alle spese direttamente correlabili all'emergenza fino al 20 aprile, data di riferimento dell'ultima ricognizione, di cui due terzi sono rappresentati da attrezzature e dispositivi di protezione individuale".

In merito alle azioni di potenziamento delle risorse umane, secondo Riccardi, gli enti del Ssr hanno provveduto all'acquisizione di circa 270 unità, di cui 41 medici e 110 infermieri. I relativi costi saranno acquisiti in occasione della rilevazione in corso di completamento in questi giorni.

Riccardi ha poi informato sulle risorse impegnate con il provvedimento che ha decretato lo stato di preallerta sul territorio regionale e con i successivi decreti, pari a complessivi 9.551.000,00, euro (8.351.000,00 per spese correnti ed 1.200.000,00 per investimento), a carico del Fondo regionale per la Protezione civile per acquisti di mascherine, beni di consumo, hardware, software e servizi diversi.

Infine il vicegovernatore ha dato conto delle donazioni alle Aziende sanitarie che superano i 9 milioni di euro e della raccolta fondi "Aiutaci ad aiutare" volta a sostenere le esigenze emergenziali contro il Coronavirus avviata dalla Protezione Civile Fvg che ha raggiunto 1.763.969,15 euro; di questi ultimi, 1.300.000,00 saranno utilizzati per avviare, in collaborazione con Insiel, un innovativo progetto di telemedicina rivolto alle persone affette da Covid-19. Le restanti risorse saranno destinate agli Enti locali e alle Forze dell'ordine per gli ozonizzatori con i quali sanificare gli ambienti e per attrezzature e mezzi di servizio. ARC/LP/al



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento