Coronavirus: Roberti, con ddl 90 riduzione tributi pari a 22 milioni

Trieste, 13 mag - "Un disegno di legge ricco di norme importanti per il territorio regionale e gli enti locali, con misure studiate per sostenere i Comuni e quelle categorie economiche, duramente colpite dal lockdown, che stanno soffrendo di fronte a un'emergenza economica mai vissuta in Friuli Venezia Giulia dal dopoguerra in poi". Così l'assessore regionale alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti ha commentato l'approvazione in Aula del disegno di legge n. 90 il quale, "oltre alle disposizioni che garantiscono una liquidità immediata alle amministrazioni comunali, prevede una consistente riduzione dei tributi per operatori economici maggiormente penalizzati dalla diffusione del contagio epidemiologico, quali ristoratori, albergatori e gestori di bar".

"Era necessario dare un segnale a queste categorie che in vista della ormai prossima ripresa delle attività - ha aggiunto Roberti - non dovranno pagare imposte legate a servizi di cui peraltro, vista la chiusura forzata, non hanno potuto usufruire".

Con il provvedimento la Regione mette in campo 11 milioni di euro, 8 milioni per la riduzione delle utenze non domestiche della Tari e 3 milioni per l'abbattimento dei canoni di occupazione degli spazi e delle aree pubbliche.

"L'intervento - ha spiegato Roberti - agisce come leva sui Comuni, che ringrazio di cuore e che, per ottenere il finanziamento, dovranno impegnare risorse proprie per la stessa finalità, con il risultato che si potrà arrivare a una diminuzione di tasse complessiva pari a 22 milioni di euro, un incentivo rilevante per gli operatori economici che potranno continuare a credere e a investire nel territorio regionale e a guardare al futuro con rinnovata fiducia". ARC/CCA/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento