Coronavirus: Rosolen, prorogati termini domande contributi istruzione

Trieste, 21 mar - Scadrà mercoledì 20 maggio, alle ore 16, il termine ultimo per presentare domanda di contributo relativamente agli assegni di studio per il trasporto scolastico, all'acquisto di libri di testo non dati in comodato d'uso e all'abbattimento delle spese di alloggio in strutture accreditate. Scadenza identica per le domande di contributo finalizzato all'abbattimento dei costi di iscrizione nelle scuole private. L'emergenza epidemiologica da coronavirus ha infatti indotto la Regione a prorogare i termini per la presentazione delle domande: fatte salve ulteriori proroghe, le famiglie potranno attivarsi dal 7 aprile al 20 maggio.

Lo ha riferito l'assessore regionale all'Istruzione, Alessia Rosolen, a margine della seduta di Giunta che si è tenuta ieri in videoconferenza.

"Rispetto alle tempistiche previste - ha spiegato Rosolen - era inevitabile posticipare i termini per consentire agli utenti di espletare le procedure di accreditamento finalizzate alla compilazione delle domande e di acquisire la certificazione Isee, in considerazione delle limitazioni dell'apertura al pubblico degli uffici pubblici.".

Come ha sottolineato l'assessore, "la priorità resta l'estensione massima del principio del diritto allo studio, con misure e strumenti di sostegno per le famiglie con meno disponibilità. Naturalmente, vista l'emergenza in corso, è difficile indicare tempi definitivi: le valutazioni verranno effettuate in corso d'opera, in considerazione dei reali sviluppi della situazione contingente".

Centrale, per l'ottenimento di assegni di studio e contributi, il valore Isee: non può essere superata la soglia massima dei 33mila euro, ma, come ha detto Rosolen "i singoli provvedimenti seguono canali e criteri diversi. Per questo motivo, invitiamo scuole e famiglie a consultare il sito della Regione e leggere con attenzione quanto di loro interesse".

Restano invariati, come ha illustrato l'assessore, il requisito d'accesso di dodici mesi continuativi di residenza o di attività lavorativa in Fvg e la riduzione del 50 per cento del beneficio se la residenza o l'attività lavorativa in regione è inferiore ai cinque anni. Resta immutata anche la possibilità per le donne che escono da percorsi di violenza di fare domanda di abbattimento rette senza presentazione di Isee. Le domande potranno essere presentate da aprile attraverso il portale della Regione FVG. A causa dell'emergenza sanitaria, i termini di presentazione delle domande on line, solo per l'anno educativo 2020/2021, sono posticipati al 30 giugno, al fine di dare più tempo alle famiglie per attivare le credenziali indispensabili per l'accesso on line e di conseguenza tutti i termini correlati.

Alle famiglie in particolari condizioni di svantaggio e con Isee fino a 25.000 euro sono destinati contributi specifici a valere sul Fondo sociale europeo che, derogando al tetto dei cinque anni di residenza, consentono di garantire il supporto a tutte le famiglie in difficoltà. "Una misura sempre più apprezzata - ha concluso l'assessore - anche in considerazione del fatto che le famiglie non sono tenute ad anticipare pagamenti rispetto al contributo regionale, poiché la decurtazione avviene alla fonte da parte degli enti gestori dei servizi sociali dei Comuni". ARC/Com/gg/pph



In Evidenza

I più letti della settimana

Torna su
TriestePrima è in caricamento