Coronavirus: Zilli, il Governo ha fatto chiarezza su spese anticipate

Trieste, 8 apr - "Il Governo ha accettato la nostra richiesta di fare chiarezza in merito al rimborso delle spese anticipate per l'approvvigionamento di dispositivi e apparecchiature medicali acquistati per fronteggiare l'emergenza Coronavirus. L'esecutivo nazionale ha garantito, infatti, che tutte le spese sostenute saranno coperte. Adesso aspettiamo gli atti formali promessi dal ministro per gli Affari regionali e autonomie Francesco Boccia, dal commissario straordinario per l'emergenza Domenico Arcuri e dal capo del Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli".

Questo il commento dell'assessore alle Finanze, Barbara Zilli, al termine della riunione della Conferenza Stato-Regioni che si è tenuta oggi in videoconferenza.

"Ieri, in sede di Commissione Affari finanziari della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome - ricorda Zilli - le Regioni, in assenza di informazioni chiare da parte del Governo su questo tema così delicato, avevano minacciato di congelare il loro parere sulla conversione in legge del decreto che stabilisce le misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica da Covid-19".

"In questo momento - sottolinea l'assessore - abbiamo assoluto bisogno di garanzie su questi rimborsi soprattutto per la tenuta dei nostri bilanci. È fondamentale dare risposte concrete all'intero sistema economico del Friuli Venezia Giulia". ARC/RT/al



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Turismo: Bini, Pordenone Calcio a Lignano aumenterà attrattività

  • Covid: Riccardi, piano pandemico Asugi rafforza ospedali e territorio

  • Agroalimentare: Zannier, a Caseus Veneti protagonisti i caprini Fvg

  • Ict: Callari, senza regole intelligenza artificiale genera ingiustizie

  • Covid: Riccardi, piano Asufc con ospedale e territorio per fase 2

  • Cultura: Gibelli, Festival giornalismo aperto a confronto opinioni

Torna su
TriestePrima è in caricamento