Notizie dalla giunta

Covid: Riccardi, bene unità Consiglio su percorsi cura post virus



Trieste, 25 mar - "L'evidenza di uno spirito unitario del Consiglio regionale su questo tema rappresenta un contributo importante nel percorso di superamento dell'emergenza Covid, nella fattispecie per quel che riguarda gli strascichi in termini di salute che il virus lascia in molti casi nei pazienti. L'integrazione del documento originario con l'emendamento che abbiamo illustrato va nella direzione di affrontare il problema in maniera concreta e conforme agli standard sanitari".

Lo ha detto oggi in sede di Consiglio regionale il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi, a margine dell'approvazione all'unanimità della mozione, emendata in corso di seduta, relativa alla richiesta di presa in carico post-guarigione da Covid e per l'attivazione di percorsi di follow up con esenzione ticket.

Le integrazioni proposte e recepite dal consigliere proponente e primo firmatario, come ha spiegato Riccardi, sono conformi alla necessità di avere delle evidenze scientifiche sul percorso post Covid, in un ambito pandemico che non riguarda solo il Friuli Venezia Giulia.

"Non abbiamo - ha detto il vicegovernatore - delle precise indicazioni dalle agenzie nazionali e internazionali sulle casistiche definite. Il percorso, nel momento in cui avrà individuato le casistiche, dovrà disporre delle evidenze scientifiche accertate. Soltanto le evidenze scientifiche, infatti, potranno darci quelle indicazioni che sono necessarie, altrimenti rischiamo di aprire un contesto extra Livelli essenziali di assistenza (Lea), con l'individuazione di certe patologie escludendone altre. Un'eventualità questa da evitare e che viene scongiurata dalle modifiche proposte".

Nel dettaglio la mozione è stata così modificata nella parte relativa agli impegni della Giunta: "implementare le linee di indirizzo regionale per la presa in carico post guarigione, compresi i percorsi di follow up all'interno del piano regionale di assistenza territoriale ed ospedaliera al fine di consentire un'applicazione uniforme su tutto il territorio regionale; acquisire gli studi osservazionali del Comitato etico unico regionale e gli esiti del monitoraggio degli indicatori, sulla base dei quali chiedere, per il tramite dell'assessore competente, che la Commissione Lea nazionale ponga all'ordine del giorno la valutazione dell'introduzione di un apposito codice per l'esenzione dalla compartecipazione del paziente dalla spesa per le prestazioni di follow up, anche qualora non riconducibili ad altra tipologia di esenzione". ARC/GG/ep



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: Riccardi, bene unità Consiglio su percorsi cura post virus

TriestePrima è in caricamento