Venerdì, 24 Settembre 2021
Notizie dalla giunta

Covid: Riccardi, Mmg coinvolti su vaccini ma con intesa nazionale

Trieste, 3 feb - Il coinvolgimento dei medici di base e dei pediatri di libera scelta è ritenuto essenziale ma dovrà avvenire attraverso un'intesa nazionale che verrà poi declinata a livello regionale.

Lo ha spiegato il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, nella risposta all'interrogazione di un consigliere regionale, letta oggi in aula dall'assessore regionale alle Autonomie locali Pierpaolo Roberti su modalità, tempi e forma del coinvolgimento dei medici di medicina generale (Mmg) nella vaccinazione al Covid-19.

Nella risposta è stato ricordato come le linee guida del Piano strategico per la vaccinazione anti Covid-19, elaborato dal ministero della Salute, commissario straordinario per l'emergenza, Istituto superiore di sanità, Agenas e Aifa al punto 4 prevedono che "con l'aumentare della disponibilità dei vaccini, a livello territoriale potranno essere realizzate campagne su larga scala per la popolazione presso centri vaccinali organizzati ad hoc e, in fase avanzata, accanto all'utilizzo delle unità mobili, il modello organizzativo vedrà via via una maggiore articolazione sul territorio, seguendo sempre più la normale filiera tradizionale, incluso il coinvolgimento degli ambulatori vaccinali territoriali, dei medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, della sanità militare e dei medici competenti delle aziende".

Il modello organizzativo nazionale prevede pertanto il loro coinvolgimento in rapporto anche alla disponibilità di vaccini che richiedano una logistica di stoccaggio e modalità di utilizzo meno vincolanti rispetto a quelli attualmente disponibili, che necessitano di una conservazione a -70° C. ARC/LP/ep



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: Riccardi, Mmg coinvolti su vaccini ma con intesa nazionale

TriestePrima è in caricamento