rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Cultura: Anzil, con la transizione digitale più imprese creative

Il vicegovernatore della Regione all'evento Fvg Icc Accelerator 2023 a Pordenone Pordenone, 23 mag - "Oggi più che mai il potenziale economico e imprenditoriale della cultura applicata alla transizione digitale può essere una leva fondamentale di sviluppo e di creazione di nuove professioni e nuove imprese. Alcune delle priorità del Pnrr e gli obiettivi dell'Agenda Onu 2050, infatti, individuano nuovi settori di intervento proprio nell'ambito delle imprese culturali e creative. La sfida e il lavoro che è stato fatto con questa importante iniziativa organizzata dai poli tecnologici e dai centri di ricerca del Friuli Venezia Giulia dimostra che per le imprese culturali il futuro è molto promettente". Lo ha detto questa sera il vicepresidente della Regione con delega alla Cultura Mario Anzil partecipando alla chiusura dell'evento "Fvg Icc Accelerator 2023: digital-ideas blue Hackathon" che si è svolto ieri e oggi a Pordenone. Una sorta di "maratona" tra esperti digitali per l'attivazione di nuovi servizi sostenibili volti a sviluppare start-up culturali e creative organizzata dai cinque soci fondatori del Cluster regionale Cultura e Creatività Fvg: Polo tecnologico Alto Adriatico di Pordenone, Bic Incubatori Fvg, Area Scienze Park, Friuli Innovazione e Informest. Nell'evento, dedicato alla collaborazione su un progetto comune per creare un servizio-prodotto innovativo utilizzando le tecnologie digitali e seguendo i principi della sostenibilità sociale e ambientale, sono stati coinvolti diversi gruppi di studenti, giovani creativi e aspiranti imprenditori. I temi sui quali si è lavorato sono legati alle nuove professioni del mare e alle grandi scoperte in relazione alle economie e diseconomie derivanti da esse. "La Regione - ha aggiunto il vicegovernatore - in linea con le iniziative europee sostiene e incoraggia le idee e le proposte innovative attraverso finanziamenti e sostegni volti alla creazione di piccole e medie imprese culturali e creative. Negli ultimi anni si è constatato come le tecnologie digitali stanno accelerando la nascita di attività imprenditoriali che coniugano cultura, creatività e offerta di servizi. Si registra - ha evidenziato Anzil - un aumento del peso e del ruolo della cultura nell'economia regionale poiché le start-up innovative fungono da moltiplicatore del sistema produttivo generando nuova ricchezza". L'obiettivo di Fvg Icc Accelerator 2023 che si è svolto a Pordenone è stato proprio quello di fornire - attraverso scambi e confronti tra esperti - una panoramica del potenziale delle imprese culturali e creative per innescare un processo di sviluppo imprenditoriale con i giovani digitali e creativi della regione interessati alla creazione di future start-up. Il vicegovernatore Anzil ha poi premiato i primi tre progetti realizzati dai giovani che si sono classificati nella sfida della due giorni hi-tech. Il primo premio è andato all'idea di realizzare una App per il comportamento virtuoso sulle navi da crociera da parte dei turisti: attraverso un meccanismo premiale si incentivano i comportamenti che contribuiscono a ridurre le emissioni delle navi. Secondo premio a una App che, invece, consente di fare la raccolta differenziata in cestini con il riconoscimento di machine vision nelle spiagge e negli stabilimenti balneari attivando scontistiche per i bagnanti più virtuosi. Terzo premio all'idea di un gioco elettronico educativo - rivolto in particolare ai più piccoli - in cui un pesce deve evitare di mangiare la plastica: l'obiettivo è sensibilizzare sul tema della presenza delle plastiche nei mari. ARC/LIS/gg

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Anzil, con la transizione digitale più imprese creative

TriestePrima è in caricamento