rotate-mobile
Notizie dalla giunta

Cultura: Anzil, mostra "Prospettive" rappresenta rilancio Villa Manin

Codroipo 5 mag - "La Regione è molto lieta di ospitare questa importante mostra che è frutto della prestigiosa collaborazione con la Fondazione Capucci grazie alla quale si potranno contemplare degli abiti che sono davvero delle grandi opere d'arte". Lo ha detto il vicegovernatore della Regione con delega a Cultura e sport Mario Anzil partecipando questa sera all'inaugurazione della mostra "Roberto Capucci: Prospettive a Villa Manin" nella residenza dogale a Passariano di Codropio. "Esprimo viva soddisfazione - ha aggiunto il vicegovernatore - anche perché proprio in quest'occasione Villa Manin, dopo i recenti lavori eseguiti, sarà riaperta al pubblico e restituita così alla comunità. Con l'obiettivo, tutti insieme, di contribuire a proiettare questo nostro gioiello storico, artistico e culturale anche a livello internazionale". La mostra, a cura della Fondazione Capucci e dell'Ente regionale per il patrimonio culturale del Friuli Venezia Giulia sarà una rivelazione per molti: in primo luogo - come sottolineato dai curatori durante l'inaugurazione - per tutti coloro che non sanno che la Fondazione che custodisce gli abiti e gestisce l'eredità creativa del maestro della moda italiana dal 2017 ha sede proprio a Villa Manin. Ma la mostra sarà una scoperta anche per quanti non abbiano mai visto, o non ricordino, le magnifiche sale delle prospettive della Villa. Chiuse durante i lavori di adeguamento antincendio gli spazi della villa stupiranno i visitatori con le loro fantastiche prospettive illusionistiche, che daranno vita a un dialogo con la tridimensionalità architettonica che contraddistingue le creazioni di Capucci. Gli abiti da sposa scelti per l'esposizione, realizzati a partire dagli anni Ottanta, sono tra le più fastose invenzioni da cerimonia e da sera del maestro. A essi si aggiunge una selezione di vere e proprie sculture in forma d'abito. In particolare saranno in mostra i vestiti ideati per il centenario della Biennale di Venezia e per il Museo Capucci già ospitato a Villa Bardini di Firenze. Le creazioni di Capucci daranno l'impressione di riportare in vita i fasti settecenteschi della villa, quando sullo sfondo delle prospettive dipinte si muovevano dame in abiti, se non altrettanto belli, certo fastosi quanto quelli di Roberto Capucci. In esposizione inoltre una serie di abiti finemente ricamati a testimonianza dell'eccellenza artigianale italiana. A completare la mostra anche una selezione di disegni e schizzi di pugno del maestro. L'esposizione rimarrà aperta fino a domenica 17 settembre. Orari: da martedì a domenica, dalle 10 alle 19. Lunedì chiuso. Giornate di apertura straordinaria: 2 giugno e 15 agosto. ARC/LIS/ma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Anzil, mostra "Prospettive" rappresenta rilancio Villa Manin

TriestePrima è in caricamento