Martedì, 3 Agosto 2021
Notizie dalla giunta

CULTURA: BOLZONELLO, PNLEGGE È CONFRONTO PER COMPRENDERE IL FUTURO

Pordenone, 14 settembre - "Questa è una manifestazione di grande rilievo, che ci aiuta a comprendere le traiettorie future, individuali e collettive in cui siamo proiettati". Lo ha affermato quest'oggi il vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia Sergio Bolzonello intervenendo al Teatro Verdi alla cerimonia di inaugurazione della diciassettesima edizione di Pordenonelegge, il Festival del Libro con gli Autori in programma nel capoluogo del Friuli Occidentale fino al 18 settembre. In sala erano presenti anche l'assessore regionale alla Protezione civile Paolo Panontin e alcuni consiglieri regionali.

Nel prendere la parola sul palco, il vicepresidente ha voluto rivolgere tre particolari ringraziamenti. "Il primo - ha detto Bolzonello - è indirizzato agli enti sostenitori della rassegna che fin dal principio hanno voluto questa manifestazione e con, il passare degli anni, non hanno mai smesso di crederci".

Il secondo "grazie" Bolzonello lo ha indirizzato invece al presidente e alla direttrice della Fondazione pordenonelegge.it, Giovanni Pavan e Michela Zin, al direttore artistico Gianmario Villalta e ai curatori della kermesse  Valentina Gasparet e Alberto Garlini. "Tutti quanti loro - ha detto il vicepresidente - hanno trasformato nel tempo il Festival in qualcosa di molto più importante. Questo è diventato infatti un momento in cui noi possiamo leggere le traiettorie del nostro futuro, individuale e collettivo, attraverso i libri e i loro autori, ma anche e soprattutto grazie al confronto. Sono quindi riusciti a interpretare quella che poteva essere una lettura complessiva del territorio".

Infine il terzo plauso il vicepresidente lo ha rivolto "allo straordinario pubblico di Pordenonelegge, perché il successo della manifestazione è dovuto anche alla loro grande ed entusiasta partecipazione agli incontri".

ARC/AL/ppd



Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CULTURA: BOLZONELLO, PNLEGGE È CONFRONTO PER COMPRENDERE IL FUTURO

TriestePrima è in caricamento