Domenica, 17 Ottobre 2021
Notizie dalla giunta

Cultura: èStoria tra i muri portanti produzioni culturali Gorizia 2025



Gorizia, 1 ott - "èStoria", assieme al Premio Amidei, Artisti Associati e ai tanti soggetti culturali del Friuli Venezia Giulia, sarà uno dei perni del percorso per arrivare a Nova Gorica/Gorizia 2025 con un palinsesto di produzione culturale di livello nazionale e internazionale: l'Amministrazione regionale ha la ragionevole certezza di poter avviare questo percorso cogliendo un'opportunità unica per tutto il Friuli Venezia Giulia lavorando in sinergia pubblico-privato.

Lo ha rimarcato l'assessore regionale alla Cultura alla presentazione ufficiale del Festival internazionale della Storia a Gorizia, ringraziando per l'amore e la passione che i vertici dell'associazione culturale e i tanti collaboratori uniscono alla voglia di far fare un passo in più alla manifestazione ogni anno.

Dopo le restrizioni causate dalla pandemia èStoria torna proseguendo nella sua missione: avvicinare ai grandi temi della storiografia un pubblico il più ampio e composito possibile spaziando nel tempo su temi di grande rilevanza con un approccio multidisciplinare che va dalla letteratura, al diritto, all'arte passando anche per il cinema, che sarà protagonista di una novità assoluta di questa edizione del festival: èStoria Film Festival - sostenuto dall'Assessorato alla Cultura della Regione Friuli Venezia Giulia e nato in collaborazione con l'Associazione Palazzo del Cinema - Hi?a Filma - che lega la passione per la storia del cinema con l'attenzione alle forme più moderne di divulgazione storica.

La XVII edizione si svolgerà da oggi fino al 3 ottobre nel Parco Basaglia, luogo simbolico dove, sessant'anni fa, Franco Basaglia fece il suo primo ingresso nella struttura psichiatrica avviando la sua rivoluzione. Il tema scelto per questa edizione è la Follia, con più di 100 ospiti protagonisti di circa 60 appuntamenti. Moltissimi gli ospiti di fama internazionale tra cui Jean-François Bert, Véronique Boudon-Millot, Tom Burns, John Foot, Jacques Jouanna, Patrick McGrath, Andrew Scull, Frances Stonor Saunders.

Nel messaggio del ministro della Cultura letto dal presidente dell'associazione èStoria nel corso della presentazione ufficiale l'esponente del Governo ha definito il Parco luogo emblematico che racconta come il dolore e la malattia possano essere affrontati con una visione che mette al centro la civiltà, la cura e il rispetto delle persone, valori quanto mai attuali - ha rimarcato il ministro - dopo la pandemia.

Sul Parco Basaglia la Regione attraverso l'assessorato alla Cultura e quello al Patrimonio - ha assicurato l'assessore - investirà: i primi fondi sono stati stanziati per far avviare i lavori nel 2022 con la certezza di arrivare al 2025 con strutture necessarie per la logistica dell'evento. ARC/EP/ma



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: èStoria tra i muri portanti produzioni culturali Gorizia 2025

TriestePrima è in caricamento