Cultura: Gibelli, bando per scuole stimola coscienza capitale storia

Le domande si possono presentare da 1/9 solo in via telematica

Udine, 15 giu - "Oggi più che mai, in giorni in cui una barbarie culturale, più preoccupante di quella politica, giunge fino a attentare alle statue di personalità che hanno a modo loro contribuito a fare la storia o a migliorare il nostro Paese, ha senso e importanza un bando che valorizzi il capitale della memoria, la consapevolezza dell'importanza di quanto è successo nel passato: ne auspico la massima divulgazione nel mondo della scuola, delle associazioni, dell'impresa".

Lo ha sottolineato l'assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli, aprendo il webinar dedicato a illustrare nel dettaglio l'avviso pubblico per la realizzazione di "progetti educativi e didattici volti a favorire l'approfondimento e la conoscenza della storia, attraverso la voce e i testi di scrittori e poeti che ne hanno attraversato gli accadimenti, evidenziando il rapporto sinergico fra letteratura e storia anche alla luce della suggestione: Vivere in tempi interessanti".

Gibelli, citando Primo Levi, ha ribadito l'importanza della memoria - "Meditate che questo è stato" - per avere più consapevolezza nel vivere attuale e l'esigenza della non cancellazione del passato.

Per la prima volta il bando storico intreccia il rapporto con la letteratura e vuole stimolare docenti e alunni ad approfondire, alla luce dell'antico anatema cinese, che è stato anche il tema della 58. Biennale d'arte di Venezia, su come gli scrittori hanno vissuto "tempi interessanti" nel nostro territorio.

I protagonisti dei migliori progetti saranno ospiti nell'edizione del Salone del libro di Torino del prossimo anno, quando il Friuli Venezia Giulia comparteciperà all'evento, vedendo così riconosciuto il suo impegno nella valorizzazione e diffusione della cultura.

Possono presentare domanda, dalle ore 9.00 del 1 settembre alle ore 16.00 del 30 settembre 2020, le scuole statali e paritarie e le associazioni senza fini di lucro (ad esclusione delle associazioni di categoria).

L'avviso ha un finanziamento complessivo di 290 mila euro e i contributi previsti vanno da 8.000 a 15.000 euro. L'entità del sostegno verrà determinato sulla base di tre fasce di punteggio: tra 70 e 100 punti il contributo è pari al 100 per cento del fabbisogno di finanziamento; tra 60 e 69 punti al 90 per cento; tra 50 e 59 punti al 80 per cento. In caso di attribuzione di punteggio complessivo inferiore a 50 punti, il contributo non verrà concesso.

I criteri oggettivi - ad esempio, la capacità di attrarre finanziamenti nel triennio precedente, l'ampiezza del coinvolgimento delle scuole o l'apporto di fondi pubblici o privati - incideranno per un massimo di 25 punti, mentre quelli valutativi - ad esempio, la competenza del soggetto proponente, la congruenza tra attività e adeguatezza budget, la composizione del parternariato - per un massimo di 75 punti.

I progetti possono essere presentati in partenariato con massimo dieci soggetti (scuole, fondazioni, parrocchie, soc. coop, associazioni di categoria) e possono essere oggetto di Art Bonus. Le domande andranno inviate esclusivamente in modalità informatica.

Un ulteriore webinar in programma a settembre approfondirà nuovamente tutti gli aspetti del bando. Nel frattempo per informazioni sono a disposizione: Francesca Tessaro (0432.555822 francesca.tessaro@regione.fvg.it); Laura Manzini (0432.555995 laura.manzini@regione.fvg.it); Lodovico Tambosco (0432.555387 lodovico.tambosco@regione.fvg.it); Ivano Marchiol (ivano.marchiol@regione.fvg.it) ARC/EP/al



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Solidarietà: Roberti, 'S. Nicolò si mette in moto' dona tanti sorrisi

  • Covid: Fedriga, dati in miglioramento, nessuna ipotesi zona rossa

  • Covid: Riccardi, bene risposta popolazione a test aree alto contagio

  • Covid: Riccardi, a Tolmezzo valutate possibili indagini più puntuali

  • Covid: Riccardi, domani test a Sutrio e in tutta la Valcellina

Torna su
TriestePrima è in caricamento