Notizie dalla giunta

Cultura: Gibelli, borghi sono patrimonio della bellezza in Fvg

Alla Società operaia di Pordenone presentato volume poesie di Massimo Neri Pordenone, 28 giu - "Il nostro è un territorio culturalmente e paesaggisticamente ricco, poiché abbiamo la fortuna di avere a disposizione bellissimi borghi dotati di un'anima creata creata da chi, abitando quei luoghi, li ha amati". Lo ha sottolineato l'assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli oggi a Pordenone in occasione della presentazione del libro di poesie "Andando per borghi" scritto da Massimo Neri ed edito dalla Società operaia di muto soccorso. Alla presenza del presidente del collegio sindacale del sodalizio naoniano Paolo Musolla e dell'autore dei versi, l'assessore regionale ha posto in risalto l'importanza dell'attività portata avanti nei decenni dalla società operaia pordenonese ed in particolar modo la valorizzazione della cultura e delle tradizioni locali. "Chi vive in Friuli Venezia Giulia - ha detto Gibelli - ha la fortuna di essere circondato dalla bellezza di borghi suggestivi ricchi di tradizione, storia e cultura. Se poi vengono raccontati con amore come nel caso del libro di poesie scritte da Massimo Neri, allora questi luoghi assumono un fascino ancora maggiore. Leggendo alcuni versi che raccontano queste località, ho potuto riscontrare l'attenzione e la cura con cui vengono ritratti alcuni dettagli, rendendoli vivi nella memoria di chi li ha vissuti". Rivolgendosi poi a Paolo Musolla, l'assessore regionale ha ringraziato la Società operaia per il grande lavoro filologico compiuto al proprio interno nel corso di questo ultimo anno e che ha permesso di riportare alla luce alcuni dettagli della propria storia. "La vostra associazione - ha detto Gibelli - per tradizione occupa un ruolo di rilievo nella storia della città di Pordenone poiché ha contribuito non solo al sostegno di chi ha più bisogno, ma anche perché è sempre stata un punto di riferimento per la crescita culturale della collettività". "Andando per borghi" è un itinerario poetico durante il quale Neri, vagando per le antiche contrade di Cordovado, Poffabro, Polcenigo, Sesto al Reghena, Toppo e Valvasone osserva e ascolta tutti i segnali della vita. Fil rouge della raccolta è il tema del ricordo, che si intreccia con quello della meditazione sulla vita dell'uomo. Nella raccolta, suddivisa in sei sezioni, i borghi non sono solo lo sfondo dove meditare sul destino dell'uomo, ma esprimono la loro identità attraverso i monumenti che ne testimoniano la storia, tema da sempre caro all'autore. ARC/AL/ep


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Gibelli, borghi sono patrimonio della bellezza in Fvg

TriestePrima è in caricamento