Cultura: Gibelli, Fadiesis festival apre a collaborazioni di qualità

 



Pordenone, 5 ott - Un meeting e concerto fisarmonicistico con gli allievi dei Conservatori statali Tomadini di Udine e Tartini di Trieste e con la Scuola di musica di Tolmino; una mostra con la ricca collezione di fisarmoniche dell'artigiano Adelio Corti nel convento di San Francesco a Pordenone e uno spettacolo "Animis vivis" che accompagnerà i versi in friulano di poeti come Pierluigi Cappello, Federico Tavan, Leonardo Zanier, Rosanna Paroni Bertoja, Novella Cantarutti e Ida Vallerugo.

Sono le principali novità del Fadiesis Accordion festival 2020 che, in gemellaggio con Matera, si terrà dal 16 ottobre al 14 novembre a Pordenone, Fagagna, Sesto al Reghena, Cordenons e Montereale Valcellina.

La decima edizione del festival è stata presentata oggi nella biblioteca di Pordenone alla presenza dell'assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, che ha rimarcato la qualità della rassegna, incentrata su uno strumento difficile e affascinante come la fisarmonica.

"Nato a Pordenone nel 2011 e duplicato sul palcoscenico di Matera già dal 2012, in pochi anni il festival si è affermato per originalità e innovazione a livello internazionale. La collaborazione sviluppata con Matera, gioiello del nostro patrimonio culturale ma anche città molto attiva, è di per sé importante, ma quest'anno il festival ha fatto un salto di qualità - ha commentato Gibelli - riuscendo a coltivare lo spirito dell'incontro anche in un anno così difficile per chi organizza eventi. Del programma di quest'anno apprezzo molto - ha aggiunto Gibelli - anche il concerto ispirato alla lingua friulana e alla poesia, con l'omaggio a Novella Cantarutti, Pierluigi Cappello e tante altre voci della nostra migliore letteratura".

Gibelli nell'occasione della presentazione, a cui sono intervenuti il direttore artistico del festival Gianni Fassetta e l'assessore comunale alla Cultura Pietro Tropeano, ha rinnovato l'invito a accedere alle opportunità dell'Art bonus regionale, aperto anche alle attività culturali e che permette immediati sgravi fiscali (fino al 40%) ai mecenati.

"Protagonista di tutti i concerti - ha ricordato Fassetta - è la fisarmonica e attraverso le sue proposte il festival vuole andare oltre i luoghi comuni che la confinano nel territorio del folclore e cerca di proiettarla in altri e inesplorati orizzonti musicali: dalla musica classica al jazz, dalla musica sacra a quella moderna"

Anche se gli ospiti internazionali e l'organizzazione di eventi a Okawa, in Giappone, previsti prima dello scoppio della pandemia, quest'anno non potranno essere presenti, la qualità dei musicisti resta alta: tra gli altri, Marco Gemelli, Cesare Chiacchiaretta, il Gorni Kramer quartet, Adolfo Del Cont, Remo Anzovino in duetto con Fassetta. ARC/EP/ma
 

 



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia: Fedriga, per Fvg ciclismo è simbolo lotta al Covid

  • Scuola in ospedale: Rosolen, strategica formazione multidisciplinare

  • Istruzione: Rosolen, disposizioni post-Dpcm stabilite da Regione e Usr

  • Trasporti: Pizzimenti, servizi per intermodalità in bicicletta

  • Cultura: Fedriga, biblioteca Guarneriana tesoro da valorizzare

Torna su
TriestePrima è in caricamento