Cultura: Gibelli, finanziate altre 44 domande con ulteriori 1,4 mln

Udine, 18 mar - Con uno stanziamento di risorse pari a 1,4 milioni di euro, le graduatorie dei bandi cultura 2019 potranno essere ulteriormente finanziate scorrendo altre 44 domande.

Lo ha annunciato l'assessore alla Cultura del Friuli Venezia Giulia, Tiziana Gibelli, che oggi a Udine ha presentato gli esiti del lavoro svolto della commissione di sette esperti che ha valutato le domande pervenute per ciascun settore culturale.

Complessivamente alla scadenza dei bandi a fine anno erano state presentate 485 domande, di cui 415 sono state ammesse a valutazione, per un fabbisogno complessivo di 12,6 milioni di euro; di queste, ne sono state finanziate 119 con il primo budget regionale (3,7 milioni) ed ulteriori 44 con lo stanziamento di 1,4 milioni di euro, deliberato dalla Giunta regionale la scorsa settimana.

"In tutto abbiamo soddisfatto 163 progetti, coprendo il 47,41 per cento del fabbisogno richiesto che ammonta a 12,6 milioni di euro" ha precisato Gibelli facendo notare che "siamo a livelli simili a quelli del 2017, quando la percentuale di fabbisogno soddisfatta è stata del 47,69 per cento, ma con una rilevante differenza: rispetto a due anni fa, quando il fabbisogno era di 8 milioni di euro, oggi il totale del valore delle domande ammesse è di 4 milioni di euro in più".

Gibelli ha rivendicato l'oggettività e l'indipendenza del lavoro svolto dalle commissioni che "hanno operato in modo innovativo; gli esperti esterni non sono stati scelti da me - ha ricordato Gibelli -, ma ho chiesto alle associazioni di categoria di indicarli; solo in un caso ho indicato direttamente l'architetto Simonetta Bonomi, Soprintendente regionale, come figura istituzionale per i bandi su Aquileia".

L'assessore ha comunque tenuto a specificare che "ovviamente queste graduatorie portano la mia firma per intero ma è altrettanto ovvio che gli esperti abbiano agito in totale autonomia secondo criteri che forse, in alcuni casi, non sarebbero stati i miei".

"Spero che in assestamento ci sia la possibilità di reperire ulteriori disponibilità finanziarie - ha proseguito Gibelli - perché il 2019 è un anno con eventi eccezionali, da Sportland a Gemona, ai 2.200 anni della fondazione di Aquileia, fino al Cinquecentesimo di Leonardo. Ma è evidente che in futuro è impensabile che i fondi per la cultura possano incrementare di anno in anno".

Per questo l'assessore ritiene necessario un maggior ricorso a fondi privati e con questo obiettivo ha annunciato "la creazione di una struttura dedicata alla ricerca di sponsorizzazioni e al fundraising, che possa essere d'aiuto soprattutto alle realtà più piccole che negli ultimi anni sono state penalizzate dalla cancellazione delle province e dei relativi bandi a cui potevano attingere per progettualità minori".

A inizio maggio la direzione cultura della Regione promuoverà un seminario su Art Bonus e fundraising destinato ai soggetti culturali, agli operatori e agli Enti locali per promuovere la collaborazione tra pubblico e privato nell'organizzazione di eventi e manifestazioni.

Gibelli ha anche risposto indirettamente ad alcune critiche in merito agli esiti delle graduatorie, rilevando che "tra gli esclusi che si sono lamentati ci sono casi da stigmatizzare, come quello di domande compilate in modo sbagliato, di problematiche tecniche nell'invio delle domande perché effettuato all'ultima ora dell'ultimo giorno utile, fino alla ripresentazione dello stesso format progettuale in più anni consecutivi, quest'anno addirittura presentato identico da due soggetti diversi".

Quanto ai dettagli tecnici dell'ulteriore scorrimento, la delibera votata venerdì sarà pubblicata in questi giorni e subito dopo saranno emanati i decreti di assegnazione dei contributi. Le 44 nuove domande scorse sono così suddivise tra i vari bandi: il bando Aquileia verrà scorso di ulteriori 3 posti (fino al numero 8), il bando Leonardo di ulteriori 9 (fino al numero 14), il bando prosa di un'ulteriore posizione (fino alla 2), il bando eventi e festival di ulteriori 15 (fino al numero 63), il bando manifestazioni espositive di ulteriori 9 (fino al numero 17), il bando sulla divulgazione umanistica di ulteriori 7 (fino al numero 26).

Gli esperti e le relative commissioni sono: Simonetta Bonomi (bandi Leonardo e Aquileia), Guido Abbattista (Leonardo e Divulgazione umanistica), Enrico Tongiorgi (Divulgazione scientifica), Renato Manzoni (Eventi e festival, Stagioni e rassegne, Produzione prosa), Antonio Giusa (Manifestazioni espositive), Claudio Sartorato (Eventi e festival, Stagioni e rassegne, Concerti e orchestre), Filippo Nalon (Manifestazioni cinema e Festival internazionali). ARC/SSA/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Patrimonio: Callari, immobili Regione supporteranno Gorizia 2025

  • Autonomie locali: Roberti a Governo, urgente sblocco concorsi

  • Salute: Riccardi, potenziare servizi autismo è atto di normalità

  • Università: Rosolen, circa 450mila euro per studenti in affitto 2020

  • Salute: Riccardi, con odontoiatria a Monfalcone più risposte

  • Cultura: Gibelli, "Udine Design Week" stimola innovazione e ripresa

Torna su
TriestePrima è in caricamento