Notizie dalla giunta

Cultura: Gibelli, software applicato a eventi ne mostra valore per Fvg

Strumento utilissimo per i Comuni. "Tagliare le spese non paga" Trieste, 21 giu - "Tagliare le spese degli eventi culturali, anche per i comuni più piccoli, è un errore e azzerare i budget produce un grande danno anche di carattere economico". Lo ha sostenuto l'assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli nel corso della conferenza stampa a Trieste, nel Palazzo della Regione, in cui è stato illustrato in maniera analitica e nella sua valenza strategica il software di valutazione degli impatti degli eventi in Friuli Venezia Giulia. "Si tratta di un software e non certo di un semplice foglio excel, che sarà di grande aiuto agli amministratori locali e agli organizzatori. Lo strumento, derivante un'intuizione della dottoressa Antonella Manca, è frutto del lavoro corale di team Guerzoni, team Ikon e PromoTurismoFVG, con il supporto fondamentale dei tributaristi della Regione e il sostegno degli assessori Bini e Zilli". I primi esiti dell'applicazione del software erano stati illustrati dall'assessore Gibelli in V Commissione del Consiglio regionale, incluso il dato eclatante relativo a PnLegge, edizione 2019, da cui è emerso che per ogni euro di investimento pubblico il ritorno nella casse della Regione oscilla, in una stima prudenziale, tra i 3 e i 9 euro e che in generale la cultura costituisce un forte moltiplicatore anche sotto il profilo economico per la sua capacità di attrarre visitatori, siano essi escursionisti (coloro che non pernottano) siamo essi turisti veri e propri. Come ha spiegato il professor Guido Guerzoni dell'Università Bocconi, questo tipo di valutazione di impatto non è mai stata fatta in Italia nella sua sistematicità. Il sotfware ha il pregio di accumulare nel tempo informazioni che renderanno sempre più precise le stime sia in chiave consuntiva che predittiva. La struttura del programma consente agli utenti finali, tra cui enti, associazioni culturali e fondazioni, di registrarsi al portale e svolgere analisi ai fini del calcolo dell'impatto economico, fiscale e occupazionale degli eventi organizzati. Nell'occasione Gibelli si è tolta un sassolino dalla scarpa. "Ho visto - ha riferito - che un poveretto ha criticato il lavoro fatto dall'Assessorato Cultura e Sport, ça va sans dire senza averlo visto, ascrivendolo a un mio desiderio di essere apprezzata. Intanto lo rassicuro sul livello della mia autostima, che negli ultimi 40 anni non è andato malissimo e dunque non necessita di puntelli, e poi gli spiego che tra i diversi destinatari-fruitori di questo strumento ci sono i nostri assessori comunali alla cultura, troppo spesso in trincea a difendere budget di qualche migliaio di euro con sindaci e colleghi di giunta. Oltre al valore culturale e sociale degli investimenti in cultura sul territorio, potranno ora dimostrare quello economico". ARC/PPH/gg


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Gibelli, software applicato a eventi ne mostra valore per Fvg

TriestePrima è in caricamento