Cultura: Gibelli, vernice mostra su Zoncada a Monfalcone atto speranza

Udine, 3 feb - "Inaugurare una mostra, e quindi non riaprirne una che era stata sospesa, immediatamente dopo la possibilità di aprire musei e spazi espositivi nei giorni feriali non è solo un atto di coraggio, ma dimostra anche un grande senso delle istituzioni che mai come in questo momento sono chiamate a dare speranza verso il futuro. Per questo ringrazio il sindaco e l'amministrazione comunale di Monfalcone, sia come assessore regionale, sia come cittadina del Friuli Venezia Giulia". Lo afferma l'assessore regionale alla Cultura, Tiziana Gibelli, che questa mattina è intervenuta in videoconferenza all'inaugurazione della mostra "Nino Zoncada. Da Monfalcone al mondo". L'esposizione è stata realizzata dal Comune in collaborazione con il Consorzio Culturale del Monfalconese, con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia, per far conoscere e apprezzare il lavoro del designer Nino Zoncada nell'ambito dell'evoluzione tecnico-artistica della costruzione navalmeccanica italiana. Sarà aperta al pubblico da giovedì 4 febbraio ad aprile nelle sedi della Galleria d'Arte Contemporanea e del MuCa - Museo della Cantieristica di Monfalcone. "È inutile negare - ha rilevato Gibelli - che stiamo vivendo un momento estremamente difficile che ha colpito duramente anche e soprattutto i settori della cultura e dello sport. Proprio ieri è stato approvato all'unanimità dal Consiglio regionale un provvedimento che prevede di 3 milioni per i ristori a queste categorie, ma anche lo stanziamento di quasi 3 milioni di euro per i progetti di ripartenza. Un modo per guardare al futuro ed un'occasione per dare lavoro a quelle persone che sono rimaste forzatamente ferme in questi mesi. Cerchiamo di essere ottimisti e stiamo lavorando affinché l'apertura sia il più possibile accelerata con un atteggiamento positivo, ma allo stesso tempo realistico". "La mostra su Nino Zoncada - ha concluso l'assessore - rappresenta un altro omaggio che Monfalcone rende al suo essere la città dalla quale partivano i bastimenti, come si diceva una volta. Ancora oggi è un punto di riferimento per la cantieristica ed un fiore all'occhiello per l'engineering e per l'imprenditoria, ma lo sta diventando anche per il panorama culturale del Friuli Venezia Giulia". Il percorso espositivo, a cura di Giulia Norbedo e Giulio Princic, si sviluppa a partire da un'introduzione relativa ai cambiamenti tecnici e sociali del territorio tra gli anni 20 e gli anni 60 del Novecento per poi focalizzarsi sul lavoro di Nino Zoncada nell'ambito dell'allestimento e della progettazione dei grandi transatlantici italiani. Il nome di Zoncada si intreccia, nel percorso di visita, ai nomi degli altri suoi grandi colleghi designer e architetti, come Gio Ponti, portando a un lineare percorso di evoluzione stilistica sulle navi del Novecento. La mostra, aperta al pubblico nel rispetto di tutte le normative sanitarie, ha i seguenti orari: lunedì e venerdì 10.00_18.00, martedì e giovedì 15.00_18.00, mercoledì 10.00_13.00. È inoltre visibile online, grazie al tour virtuale in 3D pubblicato sul sito del Comune di Monfalcone. ARC/EP


In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Covid: Riccardi/Roberti, bene adesione vaccinazioni forze dell'ordine

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Cultura: Gibelli, con Legno Vivo nuovi percorsi formazione artigiani

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

  • Istruzione: Rosolen, nuovo corso specializzazione settore dell'arredo

Torna su
TriestePrima è in caricamento