Venerdì, 23 Luglio 2021
Notizie dalla giunta

Cultura: Gibelli, Vicino/lontano tra più reattivi soggetti culturali

Udine, 1 lug - "Vicino/lontano è tra i soggetti culturali che si sono dimostrati più reattivi nell'intraprendere iniziative durante la pandemia ma anche con la disponibilità a sostenere soggetti più piccoli con collaborazioni strategiche. La passione riposta in questi mesi per continuare ad offrire appuntamenti culturali di grande qualità, merita pertanto non solo il nostro in bocca al lupo, ma anche lo sprone a cominciare a pensare già alla prossima edizione". Questo il saluto rivolto dall'assessore regionale alla Cultura Tiziana Gibelli all'inaugurazione del festival Vicino/lontano che si è aperto stasera nella chiesa di San Francesco a Udine. Vicino/lontano, giunto alla sua 17^ edizione, lega la sua filosofia alla figura del giornalista scrittore Tiziano Terzani al cui nome dedica il premio letterario internazionale che sarà consegnato da Angela Terzani al poeta e attivista islandese Magnason nella serata di domenica 4 luglio in Castello. "Sono personalmente felice e grata di poter essere finalmente in presenza a festeggiare il riavvio di un festival importante per e nel cuore della città" ha detto ancora Gibelli a margine della presentazione. La curatrice Paola Colombo ha ringraziato la Regione per avere dimostrato una vera vicinanza al festival in questo ultimo anno di distanziamento e allontanamento dal pubblico. Un lungo applauso ha poi riempito la navata della chiesa al ricordo di Giulio Regeni, cui il festival dedica ogni anno un appello a verità e giustizia, e di Patrick Zacki, simbolicamente presente con una sagoma in prima fila tra i cittadini onorari di Udine. Da oggi al 5 luglio il festival animerà il centro storico di Udine con oltre 70 tra incontri, dibattiti, conferenze, lezioni, letture, mostre e spettacoli attorno al tema delle "distanze". Dopo la pandemia e la cesura che essa ha creato nel tempo e nella società, il festival si interroga sul prima e sul dopo, su chi è rimasto incluso ed escluso dagli effetti di questa esperienza globale e individuale che ha portato con sé cambiamenti profondi. Lo farà confrontandosi con circa 200 ospiti della letteratura, del giornalismo, della scienza e dello spettacolo. Per consultare il programma integrale e prenotare la partecipazione agli eventi si può accedere al sito vicinolontano.it. Alla conferenza stampa è seguito lo spettacolo Distar cotanto, quanto si discorda. Dante. La mirabile visione di e con lo scrittore Angelo Floramo e il fisarmonicista Paolo Forte. ARC/SSA/al


Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Gibelli, Vicino/lontano tra più reattivi soggetti culturali

TriestePrima è in caricamento