CULTURA: GIUNTA APPROVA PROGRAMMA CELEBRAZIONI DEL 3 APRILE

Trieste, 12 feb - Sarà Gradisca d'Isonzo a ospitare le principali iniziative in occasione della Fieste de Patrie dal Friul (Festa della Patria del Friuli), il 3 aprile. Lo ha confermato la Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, affidando all'Agenzia regionale per la lingua friulana (ARLeF) la realizzazione del programma degli eventi.

Non cambiano, comunque, gli appuntamenti tradizionali: l'istituzione dello Stato patriarcale d'Aquileia, il 3 aprile del 1077, sarà infatti come di consueto ricordata con la lettura della bolla imperiale istitutiva del Patriarcato. L'evento sarà preceduto dalla santa messa in friulano, officiata dai rappresentanti delle tre diocesi friulane (Gorizia, Pordenone e Udine).

Inoltre, sempre a Gradisca, è previsto anche il passaggio della bandiera dal vecchio al nuovo comune ospitante, in quanto la sede degli eventi centrali cambia ogni anno. Si alternano, a rotazione, i diversi comuni delle tre province nelle quali è radicata la lingua friulana. Le celebrazioni, tuttavia, si terranno per diversi giorni su tutto il territorio friulano.

Per gli Enti locali, infatti, sarà predisposto un apposito Bando per il finanziamento di varie attività utili a conoscere e diffondere la lingua friulana e il suo contesto. La Fieste, infatti, secondo la legge regionale 6/2015 serve a "ricordare e valorizzare le origini, la cultura e la storia di autonomia del popolo friulano".

ARC/PV/ppd



In Evidenza

I più letti della settimana

  • Covid: Fedriga, serve evidenza scientifica su impatto riaperture

  • Salute: Riccardi, dal 2 marzo riparte ortopedia a San Daniele

  • Cultura: Gibelli, dal 1/3 15 giorni per domande ristori fondo perduto

  • Carburanti: Scoccimarro, prorogato di un mese super sconto Zona 1

  • Covid: Riccardi/Roberti, bene adesione vaccinazioni forze dell'ordine

  • Enti locali: Roberti, accordo Comuni Collio dimostra efficacia riforma

Torna su
TriestePrima è in caricamento