Lunedì, 22 Luglio 2024
Notizie dalla giunta

Cultura: Premio Friuli Storia veicolo per conoscere il passato



Udine, 6 set - L'importanza della storia come maestra di vita e come insegnamento che quanto successo nel passato può ripetersi, come dimostrano gli avvenimenti geopolitici degli ultimi mesi.

Così l'assessore regionale alla Cultura è intervenuta a Udine alla serata della IX edizione del premio letterario "Friuli Storia", riconoscimento assegnato ogni anno al migliore saggio di storia contemporanea pubblicato in Italia. In aggiunta a questo pensiero, l'esponente della Giunta ha voluto inoltre ricordare le figure di Giulio Giustiniani, presidente e fondatore dell'associazione Friuli Storia mancato improvvisamente lo scorso 28 agosto, e di Omar Monestier, giornalista direttore del Messaggero Veneto e del Piccolo anch'egli recentemente scomparso prematuramente. Due personalità - ha affermato l'assessore - che mancheranno molto al mondo della cultura e che sarebbero state contente nell'apprendere che oltre cento studenti hanno fatto parte volontariamente della giuria di Friuli Storia.

Ad aggiudicarsi il riconoscimento è stata l'autrice Claudia Weber con il saggio intitolato "Il patto. Stalin, Hitler e la storia di un'alleanza mortale". La vincitrice è stata decretata dalle preferenze di oltre 550 lettori appartenenti alla giuria popolare, che hanno ricevuto gratuitamente a casa i volumi finalisti da votare. Di questi, un centinaio sono studenti dell'Università di Udine e altrettanti sono stati selezionati dalle biblioteche civiche di dieci comuni (Aquileia, Cassacco, Chions, Montenars, Palmanova, Pavia di Udine, Porcia, Ragogna, Tricesimo e Udine) che hanno partecipato all'iniziativa tramite la collaborazione di Anci Fvg con l'organizzazione di Friuli Storia.

I tre finalisti (qualificati oltre a Claudia Weber anche Gianluca Falanga con "La diplomazia oscura. Servizi segreti e terrorismo nella Guerra Fredda" e Paolo Macry con "Storie di fuoco. Patrioti, militanti, terroristi") erano stati invece votati precedentemente da una giuria scientifica composta da Elena Aga Rossi, Roberto Chiarini, Ernesto Galli della Loggia, Ilaria Pavan, Paolo Pezzino, Tommaso Piffer, Silvio Pons, Andrea Possieri e Andrea Zannini. Le tematiche affrontate nelle pubblicazioni hanno riguardato i servizi segreti, la storia della lotta politica e dell'alleanza tra la Germania nazista e la Russia sovietica. ARC/PAU/al



In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura: Premio Friuli Storia veicolo per conoscere il passato
TriestePrima è in caricamento